In questo periodo, stimolata dagli articoli di Desirée Guest Post: come migliorare i capelli (I parte) (e poi quelle successive parte II e parte III) sto facendo degli esperimenti per liberarmi degli odiosi shampoo e balsamo chimici.

Ormai da qualche anno i miei capelli sono diventati intolleranti a quasi tutti questi detergenti.

Non riesco a trovarne che mi vadano bene neppure tra quelli eco-bio!

Era già qualche settimana che avevo un’idea in testa, da sviluppare sicuramente, ma ieri sono riuscita a fare la prima prova.

Il mio primo esperimento è uno shampoo a base di una sostanza che uso tantissimo: il bicarbonato!

Ho messo:

Seguimi anche su Facebook:

-50 gr. circa di bicarbonato di sodio

– 2 cucchiai circa di acqua (meglio distillata o oligominerale)

– 1 cucchiaino di sapone liquido mani, viso, corpo con aloe e lavanda di Ecor (sostituibile anche con il vostro shampoo abituale, anche se è meno eco-bio 😉 )

Ho mescolato bene il tutto ed è uscita fuori una pasta morbida che ho usato per lavarmi i capelli, sia il cuoio capelluto che tutta la lunghezza. Non fa schiuma.

ho sciacquato bene e come ultimo risciacquo ho usato l’aceto (un bicchiere di aceto, di mele o di vino bianco, in 250 ml di acqua.

Il risultato è OTTIMO.

I miei capelli sono molto fini, con radice grassa e punte molto secche e tendono ad annodarsi tantissimo. Dopo il lavaggio con questa miscela + risciacquo di aceto sono perfettamente puliti e molto soffici, non si annodano e le punte non sono stoppose come quando uso gli shampoo chimici.

Sto già meditando alcune modifiche che proverò prossimamente.

Adesso sono al secondo giorno di lavaggio e sono ancora perfetti e soffici anche alle radici, nessun segno di grasso.