Poco più di un mese fa mi sono trasferita, ho fatto armi e bagagli di tutta la famiglia e ho affrontato un trasloco molto impegnativo e organizzato in poco tempo.

Alla casa nuova ci stiamo abituando piano piano e solo adesso comincio a vedere la fine della riorganizzazione di mobili e sistemazioni varie della parte interna dell’alloggio.

La parte esterna è formata da un gigantesco terrazzo che abbiamo trovato del tutto spoglio, è bellissimo ma senza piante e senza nessun tipo di arredamento esterno ci trasmette una gran desolazione e necessita con urgenza di un restyling e di una bella sistematina!

Mi sono messa a studiare lo spazio del mio terrazzo e a studiare online come fare per progettare gli spazi, ecco quello che ho imparato e che sto mettendo in pratica:

1. Dividi gli spazi

Non importa se il terrazzo è piccolo o grande, prevedi degli spazi separati per le varie attività: il solarium e il relax, lo spazio per pranzi, cene e convivialità e l’area verde.

Seguimi anche su Facebook:

2. Usa i materiali giusti

Plastica, resina, legno, metallo o vimini?

Io ho optato per il legno, caldo e resistente lo sto usando in pannelli e fioriere per creare le zone di cui parlavo prima. La grande area piatta e desolata del mio terrazzo sta già cambiando volto.

Appena finita la riorganizzazione degli spazi sto già pensando a poltroncine e lettini per prendere il sole, tavolo e sedie per mangiare fuori e ricevere gli amici, tutto rigorosamente in legno.

3. Riparalo dal sole e dalla pioggia

Personalmente amo che il sole penetri dentro casa quindi tende e pergolati sono l’ultimo step e per non devono essere predominanti.

Anche in questo caso il legno è il materiale migliore ma un pergolato deve essere progettato al meglio e fissato per bene alle strutture murarie. Da me c’è un sacco di vento…

4. Scegli e progetta al meglio il verde

Adesso che ho decine di grandi fioriere da riempire sto studiando anche le piante, dai rampicanti, a quelle a cespuglio, voglio aggiungere anche degli alberelli da frutto e da fiore e tante, tantissime piante aromatiche.

Per ora ho piantato tre varietà di passiflora che si arrampicano sui grigliati, l’iperico, la margherita africana, lavanda ed erba Luisa e addirittura un piantina di more!

Poi ho un bell’albero di limone e ho riempito tutte le parti basse delle fioriere con portulaca di tutti i colori.

La ricerca del verde non è finita ma progetto ogni fioriera con estrema cura e scegliendo piante rustiche e resistenti sia per il sole pieno di questo periodo sia per il freddo invernale.

5. Scegli e progetta al meglio la luce

Un altro aspetto da progettare con estrema cura è la luce.

Sicuramente servono le normali luci elettriche, quelle sulla mia terrazza ci sono già, ma è ancora più importante progettare della luce calda e naturale.

Per vivere il terrazzo anche quando cala il sole ho scelto torce antizanzare (ci vogliono, eccome)  e candele.

Arredare il terrazzo 5 suggerimenti utili!

Questo post è offerto da Unopiù.

Le novità Unopiù del 2017 sono tante, in particolare

·      la regista Ginger e la tripolina Emy, due grandi classici di Unopiù, proposte con un nuovo prezioso rivestimento in pelle artigianale toscana, lavorata tradizionalmente per un uso esclusivamente indoor

·      le nuove poltroncine Cosette di Andreucci & Hoisl che abbinano materiali di pregio come la struttura in teak, l’intelaiatura in acciaio inox e il materiale tecnico della seduta in polivinile e poliestere perfetta per uso esterno

·      il comodissimo ombrellone king size Salento in acciaio e iroko con tenda richiudibile

·      il tradizionale piano del tavolo Mirto con formelle in cotto dipinte a mano da artigiani di Deruta

·      la nuova collezione Luce in alluminio e corda sintetica che crea un raffinato connubio tra due materiali pregiati