Capelli_10 alternative più naturali a shampoo e balsamo

Ormai si sa che sono sempre alla ricerca di sistemi ecologici ed economici per prendermi cura della famiglia e anche di me stessa, i capelli non fanno eccezione e sono importanti per sentirsi bene.

Pur desiderando mantenere i capelli di lunghezza media sono arrivata da alcuni anni all’ottimo risultato di poterli lavare, tagliare ed acconciare in casa senza l’ausilio del parrucchiere, come avevo raccontato con tutta la spiegazione del procedimenti e degli escamotage che uso nel post Capelli perfetti e sani come dal parrucchiere: i segreti per taglio, piega e colore naturale.

Un altro chiodo fisso, mio ma anche di tante altre persone, è di trovare lo shampoo giusto per evitare capelli spenti e problemi al cuoio capelluto, magari coniugando anche il desiderio di averlo ecologico e il più possibile naturale. Se è anche uno dei tuoi desideri questo è l’articolo che fa per te, perché voglio fare un compendio con dieci ricette per sostituire o diminuire l’uso di shampoo e balsamo tra cui scegliere e sperimentare per trovare il sistema ideale per ogni tipo di capello.

Cominciamo con le idee per lo shampoo:

1. Lo shampoo a base di bicarbonato

Questa è una delle prime ricette che ho sperimentato, ottimo risultato soprattutto da intervallare ad uno shampoo più classico ma che sia eco-bio, gli ingredienti solo semplicissimi. acqua distillata )o oligominerale) più sapone ecologico come quello di Marsiglia o Aleppo liquidi.

Seguimi anche su Facebook:

Niente più siliconi e sostanze dannose, ma un alto potere lavante senza stress né per i capelli né per il cuoio capelluto a cui il bicarbonato fa uno scrub delicato.

La ricetta completa la trovi cliccando qui=> Shampoo super ecologico fai da te

Siccome il risultato della miscela è debolmente basico come balsamo subito dopo è perfetto quello debolmente acido che trovi al punto 6.

2. Lo shampoo a base di farina di ceci

Altra miscela interessante, che pulisce bene senza essere aggressiva, è quella a base di farina di ceci.

Con 100 ml. di acqua distillata (oppure oligominerale) + 1-2 cucchiai di farina di ceci + 1 cucchiaio di aceto di mele + 2 gocce di o.e. di lavanda puoi prepararlo, metti acqua e aceto in una ciotola, aggiungi la farina setacciandola e poi le gocce di olio essenziale e mescola bene con una forchetta o una piccola frusta, in modo da amalgamare perfettamente gli ingredienti e ottenere una miscela cremosa.

E’ uno shampoo completamente naturale e adatto a tutti i tipi di capelli.

Se hai i capelli grassi sostituisci un po’ di farina di ceci con un cucchiaino di argilla verde ventilata e procedi nello stesso modo: splama la miscela sui capelli già umidi, massaggia bene sia la lunghezza che la cute e risciacqua bene per togliere tutti i residui della pastella.

3. Il Cowash

Il cowash è un’invenzione di oltre oceano, si usano solo balsamo e zucchero per lavare i capelli.

Si evitano i tensioattivi dello shampoo ma non è una soluzione del tutto naturale, i risultati sono buoni soprattutto se non hai capelli sottili o senza volume, in quel caso meglio scegliere un altro sistema.

La ricetta è ultra semplice: unisci una parte di zucchero +  1 parte di balsamo e poi stendi la miscela sui capelli già umidi.

Lascia agire per qualche minuto e risciacqua abbondantemente per liminare il più possibile il balsamo.

4. Lo shampoo Shampà

Questa ricetta arriva da un ragazzo italiano di nome Paolo, il nome dello shamppo unisce infatti la prima parte di shampoo SHAM alla prima parte del nome dell’inventore PA’.

Anche questa volta niente di complicato, anzi un’idea geniale e semplicissima: basta unire una parte di shampoo (quello che usi di solit) ad una parte di gel di semi di lino, il tutto ben miscelato fino ad ottenere una sorta di “mousse”.

In questo modo l’effetto aggressivo dei tensioattivi viene smorzato e il gel di semi di lino nutre il capello lasciandolo morbido e idratato ma non moscio come con il cowash.

Se vuoi conoscere tutte le informazioni su questa ricetta, compresa qualche nozione di chimica e le alternative possibili al gel di semi di lino ti rimando a questo post ultra esauriente=> SHAMPA’ – di Paolo Contaldo

5. Lo shampoo con amido di riso

Con una filosofia simile a quella della ricetta precedente si può aggiungere ad una tazzina da caffè dello shampoo che usiamo di solito un cucchiaio di amido di riso e 1-2 cucchiai di acqua distillata, agitare bene e ottenere un’altra musse interessante, che lava bene ma smorza l’aggressività del sapone e contemporaneamente da corpo al capello.

Non l’ho ancora provata ma è già in lista come prossimo test.

Ed ecco le idee per il balsamo:

6. Balsamo al gel di semi di lino e aceto di mele

Questa è una mia ricetta personalissima, ne ho parlato qualche anno fa in un post-tutorial che trovi cliccando qui=> Balsamo naturale lucidante e districante fai da te

Gli ingredienti sono quelli già detti: gel di semi di lino, aceto di mele (un poco di olio vegetale per chi ha capelli secchi) e oli essenziali amici dei capelli come la solita lavanda o il tea tree per capelli grassi e con forfora.

Facilissimo da preparare si può preparare in anticipo e congelare a cubetti in modo da averlo sempre pronto al bisogno.

7. Arancia e cocco

Non so se ti ricordi che sono una fan sfegatata del riciclo delle bucce degli agrumi, non solo per le pulizie ma anche per la bellezza se le bucce sono di agrumi non trattati le puoi riutilizzare dopo aver mangiato il frutto.

In un pentolino versa 250 ml di latte di cocco e porta ad ebollizione, quando bolle metti nel latte di cocco la buccia di 2 arance non trattate e lascia sobbollire per 15-20 minuti in modo da estrarre gli oli essenziali e le mucillaggini.

Lascia intiepidire, versa nel bicchiere del mixer, aggiungi un cucchiaio di olio di cocco e frulla fino ad ottenere una crema.

Spalma il balsamo sui capelli, lascia agire qualche minuto e risciacqua bene.

E’ miracoloso!

Anche questo puoi prepararlo in anticipo e congelarlo in cubetti nel freezer.

8. Jojoba e aloe vera per capelli secchi

Hai i capelli secchi o misti, con le punte ultra secche?

Questa è la ricetta perfetta per te, l’ho inventata qualche anno fa perché avevo le punte secchissime, una roba da non credere.

Basta unire 150 ml. di gel di aloe vera con un cucchiaino di olio di jojoba, agitare benissimo fino ad ottenere una emulsione fine, si prepara in anticipo dentro uno di quei bottiglini con il beccuccio e dopo il lavaggio lo distribuisci sui capelli umidi dopo averlo agitato ancora un pochino, puoi metterlo solo sulle punte o su tutta la lunghezza a tuo piacimento ed è fantastico.

Puoi prepararlo in anticipo e conservarlo a temperatura ambiente.

9. Polpa di avocado e latte di riso

Quando mangi l’avocado tieni da parte un po’ di polpa e anche la buccia, mettila nel boccale del mixer, aggiungi 3-4 cucchiai di latte di riso e frulla bene, con la crema ottenuta hai un balsamo ottimo, nutriente e perfetto per capelli trattati e sfibrati.

Usalo subito o congelalo a cubetti.

10. Crema balsamo corposa all’aceto (per capelli secchissimi)

Se hai il coraggio di cimentarti in qualche ricetta un pochino più complessa e ricca di ingredienti, insomma di quelle che io di solito non faccio, ci viene in soccorso Khadi con questa idea geniale, un balsamo cremoso per capelli ultra secchi, da contrapporre e provare in alternativa alla mia del punto 8.

Qui ci sono alcuni di quegli ingredienti che devi comprare sui siti specializzati come Aromazone e affini ma il procedimento non è complesso e se Khadi dice che districa e lucida senza appiattire ti garantisco che puoi fidarti e sperimentare!

Il tutorial completo della ricetta lo trovi cliccando qui=> Crema balsamo corposa all’aceto (capelli secchissimi)