4 oggetti di tutti i giorni che puoi riciclare per le pulizie

Ci sono degli oggetti che usiamo e consumiamo tutti i giorni, invece di buttarli quando hanno terminato il loro uso più classico possiamo riciclati e usarli per le pulizie.

Sono estremamente funzionali, ci fanno risparmiare e continuano la loro vita ancora per un bel po’ di tempo, riutilizzandoli aiutiamo il pianeta facendo meno rifiuti, aiutiamo il nostro portafoglio e anche la nostra casa può essere più splendente.

Ho imparato dalla nonna e dalla mamma a riciclare in questo modo e ho risparmiato un bel po’ di soldini nel corso degli anni.

Ecco quali sono gli oggetti comuni che io riciclo per le pulizie:

1. lo spazzolino da denti.

Gli spazzolini da denti sono aiutanti preziosi per tutte le pulizie di spazi piccoli e interstizi.

Seguimi anche su Facebook:

Per igienizzarli ti basta farli bollire per qualche minuto in acqua e aceto, poi sono pronti per aiutarti quando devi togliere la polvere dalle cornici e dai mobili intarsiati. Per pulire a fondo le fessure tra le mattonelle o gli angoli di un pavimento molto sporco sia in casa che all’aperto.

Io li uso anche per pulire i sanitari intorno ai rubinetti e intorno alla placchetta di acciaio dello scarico del lavandino, del lavabo e del bidè, dove si forma quel calcare che con le spugne bisogna fregare a lungo per togliere tutto, con lo spazzolino da denti è un attimo Occhiolino

2. i vecchi maglioni di lana, se sono infeltriti ancora meglio!

LEGGI ANCHE  Riciclare il Johnson’s Baby Oil come lucidante e protettivo per i mobili da giardino

Se hai già provato di tutto, anche il mio trucco infallibile per sfeltrire la lana, ma quel maglione infeltrito non ne vuole sapere di tornare morbido, oppure se hai dei maglioni di lana ormai lisi e bucati mi raccomando NON buttarli.

La lana è l’ideale per lucidare pavimento e mobili dopo aver passato la cera, per il pavimento trasforma il maglione in un “cappuccio” per lo spazzolone per lavare, usa lo spazzolone asciutto, infila il cappuccio di lana e passalo sfregando bene su tutto il pavimento dopo la passata di cera.

Stessa cosa puoi farla anche sul parquet.

Per i mobili in legno idem, usa il maglione infeltrito per stendere e lucidare la cera e vedrai che risultato.

3. le vecchie spugne da bagno

Le vecchie spugne da bagno sono perfette per pulire balconi e terrazzi, gli infissi esterni e per lucidare le scarpe!

4. le vecchie federe e lenzuola

Da lenzuola e federe ormai lise e bucate puoi ricavare molti stracci di puro cotone da usare per le pulizie di tutti i giorni.

Se le federe hanno i bottoni staccali e conservali per usi futuri, io li tendo in una grossa scatola di latta, riciclo tutti quelli di oggetti e capi di abbigliamento che non uso più, quando mi servono dei bottoni prima di tutto li cerco lì dentro.

LEGGI ANCHE  Come eliminare acari e batteri su cuscini e materassi con i raggi UV

Costo zero e massima resa, il cotone è perfetto per le pulizie di ogni tipo di superficie e poi si lava a fondo anche ad alte temperature per disinfettarlo e riutilizzarlo potenzialmente all’infinito.