il burro di karitè usi e benefici -

Nuovo Guest Post su questo schermo e come sempre molto molto interessante, parliamo di burro di karitè con un’ospite giovane e pimpante, si chiama Noemi, è una farmacista che ama la vita e la natura.

Adesso lascio la parola a lei e ai segreti del karitè Sorriso

Vuoi propormi un guest post? Contattami.

Il burro di karitè è un prodotto naturale indispensabile e versatile in cosmesi, adatto per tutti i tipi di pelle e di capelli.

Si può utilizzare sia puro che in associazione ad altri ingredienti per realizzare cosmetici homemade. Andiamo a scoprire le proprietà e gli utilizzi possibili.

Si estrae dalle noci di una pianta legnosa africana appartenente al gruppo delle Sapotacee, ossia la Vitellaria Paradoxa detta anche <<albero della giovinezza>>.

Seguimi anche su Facebook:

Il burro viene usato nei paesi occidentali generalmente per la preparazione di prodotti cosmetici, mentre in molte culture africane è usato, oltre che per nascondere i segni dell’età, anche come vero e proprio alimento.

Il burro di karitè è segnato nell’INCI come Butyrospermum Parkii, o in alcuni casi Butyrospermum Parkii oil.

Per essere sicuri di acquistare un prodotto di qualità ci si può rivolgere alle erboristerie o ai negozi biologici che vendono anche cosmetici; se si decide, invece, di acquistarlo nei comuni supermercati  si deve leggere con molta attenzione l’etichetta che deve indicare come unico componente il Butyrospermum Parkii.

E’ un prodotto facilmente reperibile ed economico, il prezzo può oscillare tra le 5 e le 17€ per 250 grammi di prodotto.

Si presenta con una consistenza dura nei mesi più freddi e tende ad ammorbidirsi in primavera-estate; mostra un odore pungente che può essere mascherato mediante l’aggiunta di oli essenziali al burro, se lo si ritiene necessario (ad esempio l’olio essenziale di lavanda o l’essenza di vaniglia).

LEGGI ANCHE  Come autoprodurre in casa l’aceto di mele

Come e perché utilizzare il burro di karitè?

Il burro di karatè vanta proprietà emollienti, idratanti e nutrienti ed è infatti molto diffuso il suo utilizzo come cosmetico naturale.

Gli utilizzi più diffusi sono i seguenti:

1. Si può applicare come impacco naturale sulle lunghezze dei capelli umidi per curare le punte sfibrate e secche e per prevenire la formazione delle doppie punte.  E’ consigliata la sua applicazione però solo sulle lunghezze e non sul cuoio capelluto, per evitare problemi di cute grassa.

E’ preferibile utilizzare il burro di karatè per un impacco pre-shampoo in modo da rendere più facile la successiva rimozione con il lavaggio dei capelli. L’applicazione minima per trarre benefici dal trattamento è di 15 minuti, anche se l’ideale sarebbe lasciarlo agire per un paio d’ore.

Può essere utilizzato puro oppure dopo l’aggiunta di qualche goccia di olio essenziale di limone oppure di aloe vera, che partecipano rendendo i capelli più lucidi.

2. Può essere utilizzato puro per proteggere le labbra dal freddo o dal vento oppure lo si può aggiungere al burro di cacao per creare un burro cacao homemade ancora più idratante da applicare sulle labbra per trattare pellicine o screpolature.

Gli ingredienti ideali per un burro cacao sono 5g di burro di cacao, 2 g di burro di karitè, 0,5 g di olio di cocco e qualche goccia di olio essenziale per conferire la profumazione che più ci aggrada. La preparazione è semplicissima: basta fondere i burri a bagnomaria, aggiungere l’olio essenziale e amalgamare tutti gli ingredienti. Il composto, ancora fluido, deve quindi essere versato nel contenitore scelto e lasciato raffreddare.

3. E’ utile anche per la pelle secca: dopo la doccia con pelle ancora umida si può applicare una piccola quantità di burro di karitè puro e massaggiare. La sua applicazione, infatti, consente di mantenere la pelle idratata e sana, nutre e protegge anche dagli agenti esterni come i raggi solari o il freddo.

LEGGI ANCHE  Deodorante per il frigo fai da te con bicarbonato e tea tree

Ma le applicazioni del burro di karatè non si limitano a queste:

4. Esso può essere sfruttato anche come anti-age perché previene e limita la formazione delle rughe, stimola la formazione del collagene e migliora l’elasticità della pelle. Esso, infatti,  è ricco di vitamina E, vitamina D e vitamina A e ha azione anche contro i radicali liberi.

E’ un’ottima soluzione anti-age per il contorno occhi e, difatti, nell’INCI delle creme per combattere i segni dell’età più validi venduti in profumeria o nei supermercati è infatti segnato il Butyrospermum Parkii.

Per un’anti-age homemade ancora più efficace si può aggiungere qualche goccia di vitamina E e glicerina.

5. Può essere applicato puro sui punti critici (pancia e seno) dalle donne fin dai primi mesi della gravidanza per prevenire le smagliature: è un prodotto sicuro e naturale, ma soprattutto efficace grazie alle sue proprietà cicatrizzanti, emollienti e idratanti.

Mi chiamo Noemi e sono una farmacista appassionata di scienza, benessere e cosmesi naturale. Mi piace guardare il mondo da un’altra prospettiva e scoprire utilizzi alternativi e sempre nuovi per i prodotti naturali presenti comunemente in casa. Sono diventata blogger per caso, perché sentivo il bisogno di condividere qualche consiglio e pensiero personale in rete. 

Il mio sito: http://www.noemisicoli.com

Il mio google+: https://plus.google.com/u/0/117160344165457005766