Decluttering guardaroba idee geniali per eliminare solo quello che non serve davvero

Da molti anni sono iscritta ad un gruppo Facebook tutto nerd al femminile che si chiama “Socialgnock”, dentro si parla di un sacco di cose interessanti e divertenti, ieri è apparso un post sul decluttering e sono uscite fuori cose molto utili che ho pensato di condividere.

La prima cosa è eliminare quello che non va più bene come taglia o come stile, quello che non ci entra più, quello che è di una taglia troppo grande se siamo dimagrite o, semplicemente, che non ci piace più e non rispecchia il nostro stile attuale.

Ma queste sono tutte cose semplici, se non va più bene lo vediamo subito e possiamo destinare i capi al riciclo che ci sembra più adatto: rivendita, donazione o cassonetto.

Più difficile è selezionare i capi che riusciamo ad indossare ancora perfettamente ma che durante tutta la stagione non mettiamo mai o quasi…

Si è parlato dell’idea di una blogger americana (di cui non so il nome) che suggerisce di selezionare i capi da eliminare da un anno all’altro usando le grucce appese al contrario, idea semplicissima quanto effettivamente efficace: in pratica quando fai il cambio di stagione appendi tutti i vestiti con le grucce a rovescio, come nell’immagine qui sotto, e ogni volta che indossi un capo poi riappendi la gruccia corrispondente al dritto.

Al cambio di stagione successivo avrai una panoramica chiara di quello che non hai mai indossato e che puoi eliminare.

Seguimi anche su Facebook:

Decluttering guardaroba idee geniali per eliminare solo quello che non serve

Però Lisa ha aggiunto un trucco che usa lei per non eliminare tutto quello che non ha indossato nella stagione precedente, se il tuo armadio scoppia proprio puoi anche farlo ma se vuoi hai un’altra strada ed è quella che usa Lisa: i vestiti, le scarpe e gli accessori che non metti possono avere una seconda vita, per un anno mettili via, riponili in scatole di cartone colorato, che te li tengano lontani dagli occhi.

LEGGI ANCHE  Antitarme e profumi naturali per gli armadi

Quando sarà il momento di rifare il cambi armadi tira fuori le scatole e prova quello che avevi nascosto, alcuni capi ti sembreranno sempre da eliminare ma altri torneranno ad essere delle meravigliose novità da indossare ancora, una sorta di giro di shopping senza spendere un solo euro!

Se invece sei proprio arci stufa di avere il guardaroba che trabocca, e hai un profondo bisogno di semplicità e di eliminare tutto quello che non ti serve davvero, puoi aderire al “progetto 333” che mira alla realizzazione di un guardaroba capsula minimalista, efficiente e organizzatissimo.

In pratica devi selezionare solo 33 capi base per ogni stagione, quindi da usare e abbinare a rotazione nei 3 mesi successivi.

Nei 33 capi sono compresi: vestiti, accessori, gioielli, scarpe e capi spalla.

Nei 33 NON sono compresi: pigiami e abbigliamento per la casa, intimo, gioielli particolari con un valore sentimentale che indossi sempre (ad esempio la fede), abbigliamento esclusivamente dedicato all’allenamento sportivo.

Anche per il progetto 333 il resto del guardaroba non va gettato via ma riposto in scatole di cartone che lo tengano al sicuro ma lontano dagli occhi.

Il fulcro di tutto questo è di iniziare a capire quanto tempo è possibile risparmiare al momento di scegliere l’abbigliamento per la giornata usando un guardaroba essenziale e ben studiato.

LEGGI ANCHE  Organizzazione e cambio armadi senza stress con un po’ di #ideefurbe

Questa sfida è nata, come sfida con sé stessa, dalla blogger americana Courtney Carver di bemorewithless quando ha avuto una diagnosi di sclerosi multipla e ha deciso di cambiare le proprie priorità e di razionalizzare il tempo per le cose che ha cominciato a ritenere poco importanti.

Non è per tutti ma te la segnalo perché mi sembra molto interessante.

Se invece non hai tanti vestiti ma ne hai troppi che non metti, e sai che non metterai più, l’idea giusta potrebbe essere organizzare uno “swap party” con amiche, amiche di amiche e conoscenti, ci si incontra a casa di qualcuno, ognuna porta quello che non mette e si parte con gli scambi, tu dai una camicetta a me e ti prendi un pantalone dei miei.

Lo swap party è divertente, si possono trovare nuove amiche, ma soprattutto si possono trovare capi meravigliosi a costo zero.

E’ come una sessione di shopping senza tirare fuori neppure un cent, da metterci la firma e si può ripetere ad ogni cambio di stagione!