Come igienizzare il bucato di neonati e bambini senza prodotti chimici_

Hai bambini o neonati in famiglia?  Allora ti serve la mia guida, completa e sicura, per imparare ad igienizzare e lavare il loro bucato senza prodotti nocivi.

Una delle prime cose che ho fatto quando avevo i miei bimbi piccoli è stata eliminare l’ammorbidente, ormai te l’ho ripetuto fino allo sfinimento ma mi piace ribadirlo ancora, l’ammorbidente inquina tanto tanto l’ambiente e fa male anche a noi perché resta tra le fibre dei tessuti e rimane a contatto con la nostra pelle 24 ore al giorno, sempre.

Se fa male a noi grandi figuriamoci ai piccoli!

Oltretutto è una delle cause maggiori dello sviluppo di muffe e cattivi odori sia sui capi che non vengono stesi immediatamente dopo il lavaggio, sia all’interno della lavatrice.

Se non l’hai ancora tolto dalla tua lista della spesa decidi a farlo subito, tutta la famiglia si dovrà abituare ai panni un pochino meno morbidi (ma se usi l’asciugatrice la differenza è davvero minima) ma ne guadagnerete in salute.

Detto questo passiamo alla guida vera e propria.

Seguimi anche su Facebook:

Per tutte le macchie puoi usare la tecnica del “sapone asciutto”, io l’ho imparata da mia mamma, che a sua volta l’ha imparata da mia nonna, ed è facilissima ed economica ma efficace e senza prodotti nocivi: devi solo usare sulla macchia il sapone di Marsiglia (o un altro sapone vegetale) senza bagnare il tessuto ma bagnando solo leggermente l’angolo di sapone (con acqua rigorosamente fredda) che andrai a strofinare sulla macchia.

LEGGI ANCHE  Oggi cucina lui: 5 trucchi per riordinare la cucina (dopo il suo passaggio)

Questo trattamento preventivo funziona su un gran numero di macchie, va benissimo anche per pre-trattare i pannolini lavabili, dopo aver eliminato eventuali feci solide.

Se vuoi potenziare l’effetto puoi bagnare il tessuto, dopo il trattamento del sapone asciutto, con un po’ di acqua ossigenata (quella classica per disinfettare le ferite) e lasciare agire per 1-2 ore.

Quando è il momento di mettere tutto in lavatrice, e fare il lavaggio vero e proprio, usa un programma delicato ma non troppo con la temperatura di lavaggio a 40° per abbigliamento e pannolini lavabili, in modo da non rischiare di rovinare i tessuti delicati, oppure un lavaggio più strong a 60° per la biancheria da letto, asciugamani e affini.

Puoi scegliere un detersivo ecologico specifico per bambini ma se vuoi fare autoproduzione intelligente puoi preparare il detersivo in polvere fai da te per la lavatrice o quello liquido.

La ricetta del detersivo in polvere la trovi cliccando qui.

E’ completamente privo di sostanze dannose e quindi perfetto per tutta la famiglia, anche per i bambini, m rispetto al detersivo liquido autoprodotto ha un effetto più energico, quindi se il tuo bimbo si macchia o suda tanto è l’ideale.

Se invece preferisci usare un detersivo liquido puoi produrlo in casa seguendo la ricetta che trovi cliccando qui.

La preparazione è un pochino più laboriosa ma il risultato è un detersivo delicato ma efficace, con un profumo di pulito meraviglioso e una consistenza setosa.

LEGGI ANCHE  Bimbi in vacanza: la ricetta per le bolle di sapone fai da te

L’ammorbidente non è necessario, al massimo puoi aggiungere nella apposita vaschetta la miscela fatta con una tazzina di acqua tiepida e un cucchiaio di acido citrico, addolcisce l’acqua e rende le fibre più morbide ma non fa male né ai bimbi né all’ambiente.

L’ultimo step per avere i panni dei bimbi perfettamente igienizzati è l’asciugatura.

Io ti consiglio di stendere al sole ogni volta che puoi, i raggi del sole igienizzano ulteriormente i tessuti impedendo le contaminazioni di tutti i tipi.

Se non puoi stendere all’aperto usa l’asciugatrice, purtroppo le tue bollette aumenteranno e l’effetto igienizzante del sole non ci sarà, in compenso avrai dei panni molto più morbidi, simili a quelli lavati con l’ammorbidente Sorriso

Come igienizzare il bucato dei piccoli senza prodotti nocivi