Come neutralizzare le sostanze tossiche in casa e l’aria viziata

Amo la mia casa e adoro starmene in relax nel mio bozzolo ogni volta che posso, però tutti gli studi fatti negli ultimi 50 anni dimostrano che l’aria di casa può essere molto poco salutare.

Quella che le nonne chiamavano “aria viziata” può essere un nemico per la salute di tutta la famiglia, bambini, anziani e soggetti allergici in particolare.

Pensiamo sempre all’inquinamento dell’aria fuori di casa, ma spesso l’aria dentro casa è molto più inquinata di quella esterna.

L’aria di casa proviene da fuori quindi ha in sé l’inquinamento esterno, a cui si aggiungono sostanze volatili che provengono da quello che si trova o che facciamo dentro il nostro appartamento e la somma può diventare ancora più insalubre senza che ce ne accorgiamo.

Non è la prima volta che affronto questo tema ma ne ho sempre scritto in relazione a qualche singola abitudine (come quella di stendere i panni bagnati dentro casa) ma mai sviscerando l’argomento in modo completo ed approfondito parlando di come limitare e, se possibile, neutralizzare le sostanze dannose e l’aria viziata a 360 gradi.

Lo faccio oggi con questa guida il più possibile esaustiva e con una serie di consigli pratici per migliorare l’aria indoor.

Seguimi anche su Facebook:

Ma quali sono le cose che peggiorano l’aria di casa?

Il fumo in primis, la ventilazione inadeguata, i fumi della cucina, le sostanze emesse da mobili e tessili trattati con formaldeide ed altre sostanze chimiche (più sono nuovi e di bassa qualità e maggiore è il rischio che emettano sostanze chimiche dannose), sostanze emesse dai materiali da costruzione, l’abitudine di stendere i panni in casa, l’uso e l’abuso di detersivi industriali, l’uso di candele, incensi, deodoranti e profumatori per l’ambiente di bassa qualità, la polvere, presenza di umidità, muffe e spore, l0impianto di condizionamento e quello di riscaldamento, ecc. ecc.

Se vuoi approfondire clicca qui, puoi leggere un interessante articolo del ministero della salute su quali sono i principali inquinanti indoor.

LEGGI ANCHE  Frullatore a immersione: segreti per comprarlo, usarlo al meglio e mantenerlo a lungo

In particolare ecco le azioni che devi ricordarti di fare ogni giorno per migliorare la qualità dell’aria di casa:

1. apri le finestre e arieggia bene ogni stanza, si dice che il minimo sindacale sia di almeno 5 minuti al giorno, ma se vuoi migliorare davvero la qualità di quello che respiri è meglio che i minuti siano di più magari in due-tre sessioni giornaliere.

E non scordare che gli appartamenti dovrebbero avere appositi fori di aereazione in modo da avere un minimo ricambio dell’aria, continuo e automatico anche quando le finestre sono chiuse.

2. Non fumare in casa e, se puoi, evita di fumare in generale.

3. Quando cucini cambia aria ai locali quando hai terminato e accendi sempre la cappa aspirante.

4. Cerca di acquistare mobili e tessili che siano certificati per non rilasciare formaldeide ed altri composti volatili nocivi.

5. I filtri del condizionatore devono sempre essere puliti regolarmente ad inizio e a fine stagione estiva.

6. Riduci il più possibile l’uso di caminetto e stufa, soprattutto quelli a legna sono estremamente suggestivi ma la combustione rilascia nell’aria altri composti che non fanno bene.

7. L’umidità dell’ambiente in casa deve restare in un range tra i 40 e il 50%

8. Usa una aspirapolvere che abbia un filtro Hepa, per evitare di rilasciare micro particelle dannose mentre pensi di pulire.

LEGGI ANCHE  Patatine fritte in olio extravergine di oliva sono antiossidanti

9. Per pulire cerca di evitare detersivi chimici ed usa il più possibile detersivi naturali eco-bio o di autoproduzione

10. Evita deodoranti chimici e profumatori dell’ambiente che non siano naturali e certificati per non rilasciare sostanze dannose. Se vuoi profumare la casa usa oli essenziali naturali e prodotti sicuri come la Carta Aromatica d’Eritrea.

11. Se i muri producono muffa e umidità eliminala al più presto possibile con composti all’ossigeno attivo come quello di cui ho parlato nel post che trovi cliccando qui.

12. Lava regolarmente tende, tappeti e tutti i tessili di casa.

13. Se ristrutturi casa e imbianchi i muri o applichi tappezzeria cerca di usare materiali, vernici e collanti che non rilascino sostanze dannose e che siano certificati in questo senso.