Cucina Ligure: trofie al pesto con patate e fagiolini

Ti piace quello che scrivo? Condividilo...

foto di Sara Maternini

Una ricetta buonissima, non è veloce perché bisogna preparare il vero pesto ligure ma gli ingredienti sono semplici e genuini ed è talmente buona che qualche minuto in più di preparazione li merita tutti 😉

 

Per 4 persone

 

– 500 gr. di trofie fresche

– 175 gr. di fagiolini spuntati

– 175 gr. di patate novelle tagliate a piccoli pezzi

Seguimi anche su Facebook:

per il pesto

– 2 spicchi di aglio (privati dell’anima verde)

– 50 gr. di pinoli

– 125 gr. di foglie di basilico (possibilmente ligure a foglia piccola)

– olio extravergine d’oliva

– 50 gr. circa di parmigiano grattugiato

 

Metti l’aglio tagliato a pezzetti ed i pinoli nel mortaio fino ad ottenere un composto di consistenza omogenea, aggiungi il basilico ed un po’ di olio extravergine e continua a pestare finché non ottieni una purea densa e liscia, aggiusta di sale e pepe, aggiungi il parmigiano grattugiato e copri con l’olio tutto il composto. che può essere conservato in frigo avendo cura di tenerlo sempre coperto di olio.

 

Al posto del mortaio puoi usare la mezzaluna ma ti sconsiglio il mixer che rovina irrimediabilmente il basilico, in questo caso metti aglio, pinoli e basilico sul tagliere e trita fino ad ottenere un composto tritato fine ma non una poltiglia, metti il tutto in un vasetto di vetro, aggiungi l’olio ed il parmigiano, mescola bene e copri ancora con l’olio la superficie.

 

Mentre prepari il pesto metti sul fuoco un grossa pentola di acqua, al bollore butta le patate ed i fagiolini e quanto torna il bollore butta anche le trofie mescolando con cura per evitare che la pasta si incolli.

 

Quando la pasta è pronta scola tutto, versa in una terrina con il pesto (se necessario puoi allungare con uno o due cucchiai dell’acqua di cottura), mescola bene, spolverizza di parmigiano e servi subito.