Risparmiare gas e luce tenendo bassa la bolletta

Stavo aspettando le bollette di dicembre e gennaio con vero e proprio terrore, per fortuna le strategie che ho messo in campo mi hanno permesso di avere delle bollette più basse di quelle dell’anno scorso.

Le mie bollette di gas e luce per dicembre-gennaio 2022 le vedi nella foto qui sopra, in famiglia ho due figli maschi adolescenti e la casa è di circa 130 metri quadrati, quindi i consumi sono più che dignitosi, considerati gli aumenti di questi ultimi mesi.

Da novembre, quando è stato chiaro che i mesi invernali avrebbero comportato aumenti assurdi per l’energia, ho cominciato a pensare a come contenere i costi e ho studiato una personale strategia.

Devo confessarti che per alcune cose sono andata contro quello che dicono gli esperti, ma ho voluto fare un test e sono felice che i risultati siano stati buoni.

Per la questione elettricità ho evitato tutti i consumi evitabili: ogni elettrodomestico non indispensabile non l’ho usato o l’ho usato solo a pieno carico per quanto riguarda lavatrice e lavastoviglie.

L’asciugatrice non ce l’ho e se l’avessi avrei smesso di usarla, sfruttando sole e vento.

Seguimi anche su Facebook:

Anche il forno non l’ho mai accesso, per cucinare cibi da infornare uso il fornetto per la pizza, la macchina del pane o la friggitrice ad aria, si scaldano in pochissimo tempo e in genere hanno una potenza inferiore, quindi il consumo totale è molto meno.

LEGGI ANCHE  Cashback World: cos'è e perchè mi piace #IoRipartoDalRisparmio

In più ho messo lampadine a led ovunque e uso le ciabatte con l’interruttore per spegnere tutto quello che non serve, compresi gli stand-by dei vari apparecchi elettrici.

Per il gas ho regolato caldaia e termostato in modo diverso rispetto agli anni passati.

Prima di tutto ho ridotto la temperatura dell’acqua calda sulla caldaia, ho messo 42 gradi, in modo da riuscire a tenere le mani sotto l’acqua calda senza doverla addizionare di acqua fredda, in questo modo la caldaia non deve raggiungere temperature molto elevate per l’acqua di bagno e doccia.

Per il riscaldamento ho ridotto di qualche grado anche questa regolazione, stando intorno ai 55 gradi, e ho ridotto anche la temperatura del termostato in casa, mantenendolo sui 19,5-20 gradi in giornate non troppo fredde, e massimo 20,5 gradi nelle giornate più fredde o umide.

Però ho fatto un’altra cosa: invece di mantenere sempre la caldaia accesa giorno e notte, pur con il termostato regolato basso, ho deciso di accendere massimo 8-10 ore al giorno e staccare completamente il riscaldamento per serata e notte. Questo è proprio quello che gli esperti non consigliano, che invece dicono di tenere sempre la caldaia anche al minimo.

Ho voluto provare e sono stata premiata, per una casa e famiglia come la mia 386 euro di gas rilevato (e non previsionale) per due mesi considerando che ci sono anche stati gli aumenti, sono meno di quello che pagavo negli stessi mesi gli anni scorsi.

LEGGI ANCHE  Staycation: piccola guida per vacanze in casa rigeneranti e risparmiose

Anche l’elettricità è circa 20 euro meno rispetto al bimestre precedente, quindi mi ritengo molto soddisfatta e sto gestendo casa nello stesso modo anche febbraio e lo farò anche a marzo.

A te come sono arrivate le ultime bollette?

Hai ricevuto una mazzata, oppure no?