Detersivi fai da te: pastiglie monouso per lavastoviglie

Ti piace quello che scrivo? Condividilo...

Detersivi fai da te: le pastiglie monouso per la lavastoviglie

Sai quando ti si accumulano duemila cose da fare e, come se non bastasse, arrivano anche un sacco di imprevisti e di scocciature a rincarare la dose? Ecco in queste ultime settimane mi è successo proprio così e non sono riuscita a scrivere i post regolarmente  🙁

Cerco di riprendere il filo, sperando di essere alla fine del tunnel 😉

Riprendo con un suggerimento prezioso, la ricetta per preparare le “tabs” per la lavastoviglie, cioè le pastiglie monouso secche da mettere nel cassettino.

Ho parlato tanto del detersivo fai da te per la lavastoviglie ma, diciamoci la verità, è un po’ noioso doverlo mescolare ogni volta con il cucchiaio. Erano mesi che pensavo a come risolvere il problema e finalmente mi sono messa all’opera ed ho trovato il modo di realizzare le “tabs” monouso.

Gli ingredienti sono sempre i soliti, semplicissimi e naturali, andiamo a vedere come si fa…

– 300 gr. di bicarbonato di sodio

Seguimi anche su Facebook:

–  acqua demineralizzata

– 1-2 cucchiai di sapone liquido di Marsiglia o di Aleppo

– 15-20 gtt di olio essenziale di arancio dolce (o limone o qualsiasi altro O.E. che vi piaccia)

– stampi per il ghiaccio in silicone *

Come al solito devi mescolare il bicarbonato con gli altri ingredienti ed aggiungere acqua demineralizzata quando basta a rendere leggermente fluido il composto, il minimo indispensabile per poterlo mescolare bene bene (ma proprio benissimo, perché è importante che tutti gli ingredienti siano amalgamati perfettamente)

Dopo aver fatto la miscela ti basta colarla con il cucchiaio negli stampini di silicone e lasciare asciugare all’aria finché le pastiglie non sono completamente secche. A questo punto puoi tirarle fuori facendo pressione sul fondo e conservarle in una barattolo di vetro o di plastica, al riparo dall’umidità.

Ne metti una per ogni lavaggio e sei a posto 😉

Quando hai affinato la tecnica puoi anche preparare dei vasetti da regalare a Natale (e non solo) alle persone che di solito storcono il naso!

* in teoria si possono usare anche i normali stampi per il ghiaccio di plastica ma poi si fa una fatica bestiale a tirare fuori le pastiglie, in genere devi tirarle fuori con il cucchiaino, rompendole tutte, e la praticità se ne va a gambe all’aria!

62 pensieri su “Detersivi fai da te: pastiglie monouso per lavastoviglie”

  1. mi sei mancata. e questo post è strepitoso. devo correre a comprare gli stampini di silicone!!! assolutamente!

    (perché non mi sognerei mai di rinunciare al detersivo fai da te, ma alla menata del cucchiaio rinuncio più che volentieri :-D)

    ps: mercoledì da me esce un post su di te. sappilo. 🙂

  2. Ciao MG, l’importante è che tu metta i piatti in ammollo prima e che quando li metti in lavastoviglie gli dai una passata con la spugna e l’acqua per togliere il grosso, ovviamente non è un detersivo chimico ma a me funziona alla grande, io uso sempre il ciclo a 65° senza prelavaggio e la rimpio bene bene stando però attenta che i piatti siano ben messi.

  3. Ciao! Ho scoperto oggi per caso il tuo blog ed è il paradiso… da quando sono diventata mamma mi sono scoperta amante di tutto cio’ che riguarda l’ecologia e come te cerco sempre soluzioni che facciano bene all’ambiente ed al portafogli. Quest’idea delle tabs è formidabile e metterò sicuramente un link dal mio blog a questa super “ricetta”. Continua così e se ti avanzano due minuti dai un’occhiata al mio blog appena traslocato su un nuovo sito tutto mio http://www.ilpratodellemargherite.it ! Ciao!

  4. Scusa, forse non mi sono spiegata bene.
    Una volta preparato il detersivo, quanto ne uso per fare una pastiglia? Per dose intendevo quella da inserire nelle formine.

  5. Ciao, ho letto i suggerimenti, tante buone idee, ma sono un po’ perplessa per quello che riguarda il detersivo fai da te, metà aceto, metà detersivo per piatti: ma l’aceto non neutralizza l’efficacia del detersivo?

  6. @olesya: hai ragione, ho corretto l’errore, si possono fare anche con l’acqua del rubinetto ma quella DEmineralizzata (o anche oligominerale) è meglio.

  7. ciao, sono innamorata del tuo blog e finalmente ti scrivo perchè le tabs sono strepitose e le voglio fare….però quanto tempo ci impiegano a seccare? poche ore, qualche giorno?
    grazie

  8. @vinziana: uh che bello che sei innamorata di Casa Organizzata 😀
    Il tempo dipende molto dalla temperatura e dal grado di umidità dell’ambiente, ma al massimo in 2 giorni dovrebbero essere a posto, visto che i termosifoni sono ancora accesi puoi metterle un po’ sopra per accelerare il processo 😉

  9. ottimo suggerimento! oggi pomeriggio provo a farle! è da tempo che cercavo una ricetta per le pastiglie.. fin’ora ho sempre lavato i piatti a mano (con limone, aceto e sale) ma adesso che ho la lavastoviglie..
    non vedo l’ora di provarle!
    una domanda: l’acqua, nella preparazione, deve essere calda?
    grazie

  10. ciao! non sono più passata a ringraziarti per questa ricetta! produco e utilizzo ormai solo queste tabs e il risultato è fantastico!
    e vuoi mettere il risparmio?
    grazie, grazie, e ancora grazie!!!!

  11. Ciao, devo dire che mi sono proprio appassionata al tuo sito e volevo provare a fare le tags , ma essendo io nuova nel campo dei detersivi fai da te , volevo sapere il sapone di marsiglia è quello che trovo al supermercato , oppure fai da te , oppure puro ??

    Grazie
    Ciao
    Ale

  12. Grazie per l’altro link ma mi convince un pochino meno, perchè l’aceto neutralizzerebbe il potere sgrassante del detersivo… Un prodotto basico + uno acido non si annullano? Io ne ero convinta… Ohibò…
    Per quanto riguarda il mio sapone autoprodotto da usare nelle tabs, è un sapone solido disciolto in acqua, quindi un gel di sapone, non proprio un sapone liquido a tutti gli effetti… secondo te può andare bene lo stesso?
    Grazie mille!

  13. Se si scioglie durante il lavaggio va bene anche il gel si sapone autoprodotto, l’unica è provare 😉
    Il mio consiglio è di provare anche l’altro detersivo (che è quello che io uso ormai da quando l’ho inventato perché è il più veloce e pratico), le prove empiriche sul campo sono sempre la miglior cosa, leggiti anche i commenti, abbiamo parlato molto della cosa 😀

  14. Ciao! E’ da ieri che seguo il blog e vorrei fare davvero i miei complimenti, ho letto cose davvero utilissime e geniali!!!
    Ma scrivo perchè ho un dubbio, ho comprato l’acqua demineralizzata per fare le caps x lavastoviglie ma per errore ho preso quella profumata, è lo stesso o devo buttare tutto?
    Grazie
    Arianna

  15. @Arianna: ciao e benvenuta 😀
    Io dubito che nell’acqua demineralizzata profumata il profumo sia “commestibile” e siccome le tabs vanno in lavastoviglie insieme ai piatti non ce le metterei…
    Però puoi riciclarla per stirare, che poi sarebbe l’uso giusto 😉

  16. ciao, le ho provate…. non uso il sale, e nemmeno il brillantante…ormai da parecchio uso l’aceto… ma mi escono con una patina bianca…. dove sbaglio?

  17. ciao, …io devo aver sbagliato qualche cosa…. non uso brillantante metto aceto ormai da anni… niente sale…. da quando ho fatto le pastiglie mi escono ibiccieri biancastri… aiutttoooo!!!!

  18. Faccio diverse cose ormai seguendoti e mi piacciono molto le tue spiegazioni, chiare limpide ed ecologiche…
    queste pastiglie sono diventate il mio cruccio però…provo e riprovo…ma tutto esce opaco…molto opaco…il vetro poi è terribilmente opaco…non capisco dove sbaglio…
    qualche consiglio per me?
    Grazie x tutto!
    Cri

  19. Ciao nonna Papera, usi ancora brillantante o sale per lavastoviglie?
    Potrebbero essere questi additivi a rendere opache le stoviglie, in alternativa prova ad usare solo mezza tab e a mettere nella vaschetta del brillantante aceto bianco, vedi come va e poi raccontami che cerchiamo di trovare una soluzione 🙂

  20. Ciao, nella lavastovigli al posto del brillantante ho fatto la soluzione: 150 gr. acido citrico per un litro di acqua; le stoviglie sono perfette ma rimangono un po bagnate soprattutto la vasca di acciaio; sento che consigli l’aceto bianco…. io l’aceto bianco lo uso al posto dell’ammorbidente e mi trovo benissimo. grazie!

  21. Ciao, sono una new entry per questo sito. Vorrei fare le pastiglie per la lavatrice ma vorrei usare il detersivo per piatti ecobio, come per il detersivo liquido per lavatrice. E’ possibile?
    Grazie, sopratutto per tutti i consigli e gli spunti presenti in questo splendido sito.
    Anna

  22. ciao ho fatto le pastiglie della lavastoviglie, ma mi dispiace sono un disastro, i piatti e le stoviglie restano sporchi e sulle cose di plastica, resta una patina opaca e unta, che no si toglie nemmeno con più lavaggi fatti e rifatti con detersivo ecologico normale e già alla seconda pastiglia, mi si è bloccata la lavastoviglie e i programmi sono da allora sballati come mai?

  23. @alessandra miceli: sicuramente non dipende dalla tabs, se una cucchiaiata di bicarbonato avesse il potere di sballare i programmi di una lavastoviglie in cui di solito si usano tabs molto più aggressive sarebbe incredibile, non credi?
    Ovviamente come ho già spiegato tanto nei commenti passati le tabs faidate naturali non hanno il potere di quelle industriali ma prima bisogna passare i piatti e togliere i residui di cibo altrimenti il lavaggio non viene bene.

    Non si può pretendere che i detersivi naturali siano identici a quelli industriali e dannosi, l’approccio e le aspettative devono essere diverse, siamo noi che dobbiamo cambiare mentalità prima di cambiare i detersivi…

  24. Davvero interessante questa ricetta e vorrei proprio provarla!
    Non riesco però a trovare il sapone di Marsiglia liquido..o meglio l’ho trovato specifico per i pavimenti e temo non sia indicato oppure sbaglio?dove lo posso cercare?
    A casa ce l’ho in saponetta,sia quello di Marsiglia che quello di Aleppo..posso scioglierlo a bagnomaria e usare quello?
    Ultimissima perplessità..gli oli essenziali è meglio acquistarli in erboristeria o quelli che si trovano al supermercato vanno bene?
    Grazie!

  25. @Marzia: il sapone di marsiglia liquido lo trovi al Naturasì (io amo questo: http://www.casaorganizzata.com/2011/02/recensione-buoni-prodotti-sapone-liquido-mani-viso-corpo-con-aloe-e-lavanda-di-ecor/), io però l’ho trovato anche all’Ipercoop (marca sapone del Mugello nel reparto sapone liquido per le mani).
    Per quanto riguarda gli oli devono essere quelli naturali e puri per aromaterapia, niente supermercato in questo caso…

  26. ciao, ottime queste tabs!!!
    all’inizio mi pareva che non si solidificassero (troppa acqua forse), poi invece si sono indurite.
    io ho usato gli stampi per il ghiaccio in plastica, ho posato sopra la pellicola trasparente (lo so, non è ecologica, ma ce l’avevo…:-(((), poi ho versato il composto.
    la pellicola, con il suo peso, è scivolata giù.
    alla fine è bastato tirarla fuori dai lembi laterali e le tabs sono venute via facilmente.
    il profumo è ottimo.
    Grazie!!!

  27. Ciao, ho provato la tua ricetta, ma le pasticche non si sono solidificate del tutto dopo due giorni e sono molto farinose… Cosa posso aver sbagliato? Grazie on anticipo!

  28. @Giulia: le variabili in gioco sono molte, magari anche solo una cambiamento nelle condizioni del microclima della stanza dove le hai messe ad asciugare. Hai provato a poggiarle sul termosifone? Se sono molto farinose (un po’ comunque lo sono normalmente) io proverei ad aggiungere una goccina in più di sapone (poco).

  29. Ciao Alessia, innannzitutto grazie per i tuoi preziosi consigli. Volevo chiederti se posso sostituire il sapone liquido, che qui non trovo, con sapone di marsiglia grattugiato finemente. Se si, devo metterne la stessa quantità di quello liquido?
    Grazie in anticipo!

  30. @Paola: no, dubito che non si sciolga e non svolga la funzione, meglio allora scegliere un detersivo per piatti ecologico.

  31. Ciao Alessia complimenti per il tuo sito e in particolare per questo articolo: le tue pastiglie sono state un successo in casa!
    Mi piacerebbe poter pubblicare questa ricetta nel mio blog ovviamente citandoti come fonte!
    Fammi sapere 😉 e grazie in anticipo!!!

Rispondi