tutti gli usi dell'acqua ossigenata

C’è una cosa che in casa mia non manca mai, è l’acqua ossigenata e non la uso solo come disinfettante per le ferite ma come rimedio per tante altre cose.

L’acqua ossigenata si chiama anche “perossido di idrogeno” e in commercio si trova a varie concentrazioni, da quella più comune a 10 volumi fino a quella più concentrata a 40 volumi.

Le concentrazioni più alte possono essere pericolose e se le usi devi prendere qualche precauzione e tenerle lontane dai bambini.

Oggi mi concentro sugli usi alternativi dell’acqua ossigenata sicura per tutti, quella a bassi volumi.

L’acqua ossigenata a concentrazioni più basse, a 10 e 12 volumi, è del tutto innocua, non è inquinante, è completamente biodegradabile e ha molti usi interessanti, per la casa e la persona.concentrazioni del perossido di idrogeno - acqua ossigenata

Pensa che unendo l’acqua ossigenata con l’aceto si ottiene un disinfettante potentissimo, molto più potente della candeggina, che viene detto “iper disinfettante”, è l’acido paracetico che ossida le membrane esterne delle cellule dei microorganismi inattivandoli, quasi tutti quelli patogeni compresi i virus e le spore.

Seguimi anche su Facebook:

Se vuoi approfondire leggi: Igienizzante mani: più efficace se fatto in casa

Ma adesso andiamo a vedere come uso io l’acqua ossigenata comune quella a 10 volumi nella vita di tutti i giorni, nell’armadietto del bagno ho sempre una piccola scorta di flaconcini che compro al supermercato e utilizzo per queste cose qui:

1. Disinfettante per piccole ferite

Questo è l’uso più comune, tutti sappiamo che l’acqua ossigenata è un ottimo disinfettante, principalmente è attiva contro i microorganismi anaerobi (ad esempio il tetano) e ideale nelle ferite “sporche” perché con l’azione delle bollicine pulisce in profondità eliminando buona parte dello sporco.

La mamma la usava sempre per le ginocchia sbucciate, quando si cade sull’asfalto o nella terra le ferite restano molto sporche e l’acqua ossigenata, almeno come primo antisettico, è perfetta.

Per questo uso ricorda che non deve essere stata aperta da troppo tempo altrimenti l’effetto antisettico dell’ossigeno può risentirne.

2. Collutorio sbiancante e disinfettante

Puoi usarla proprio come un collutorio ogni mattina, mettendone in bocca uno o due cucchiai e facendo passare il liquido in tutto il cavo orale (senza ingoiarla) e poi sputandola dopo 1-2 minuti e sciacquando bene con acqua corrente, oppure puoi versarne alcune gocce sullo spazzolino da denti e sfregare, poi sputare e risciacquare bene, in questo modo elimina buona parte dei microorganismi che causano placca, carie e tartaro.

LEGGI ANCHE  Come togliere le macchie di sugo dal muro

Allo stesso modo puoi usarla per pulire gli spazzolini da denti, immergendo le setole per 4-5 di minuti dopo l’uso.

L’acqua ossigenata serve anche per curare le afte della bocca, fai delle toccature con un cotton fioc bagnato di acqua ossigenata a 10 volumi 3-4 volte al giorno, riduce infiammazione e dolore.

3. Lozione contro i brufoli

Esattamente come per le afte funziona anche contro i brufoli, fai delle toccature più volte al giorno direttamente sul brufolo per eliminare i microorganismi e seccarlo.

4. Lozione per schiarire lentiggini e macchie della pelle

Io adoro le lentiggini, ne ho un pochine e ne vorrei di più, ma se ti danno fastidio o se hai delle macchie di vecchiaia o altre macchie scure che vuoi schiarire l’acqua ossigenata si usa da sempre come schiarente, per macchie della pelle e lentiggini usalo come un tonico, versane una piccola quantità su un batuffolo di cotone e passa sulla pelle 2-3 volte al giorno.

5. Pediluvio contro piede d’atleta e onicomicosi

Essendo attiva su molti microorganismi l’acqua ossigenata aiuta anche per i piccoli disturbi che causano i funghi di piedi e unghie, immergi i piedi ogni sera in una sufficiente quantità di acqua ossigenata,  una bottiglietta dovrebbe bastare, aggiungi 2 gocce di olio essenziale di Tea Tree e tienili in ammollo per 5-10 minuti, poi asciuga senza sciacquare. Per l’onicomicosi fai anche delle toccature durante la giornata se puoi togliere scarpe e calze Sorriso

6. Lozione sbiancante per unghie e macchie di nicotina

L’effetto sbiancante dell’acqua ossigenata a 10 volumi puoi usarlo anche per schiarire le unghie, anche prima della manicure, e per eliminare le macchie di nicotina che spesso si formano sulle dita dei fumatori incalliti. Sarebbe meglio smettere di fumare però!

LEGGI ANCHE  Come pulire lo schermo del computer e della tv al plasma o LDC

7. Lozione per la pulizia delle orecchie

Qualche goccia di acqua ossigenata a 10 volumi versata nell’orecchio disinfetta ed aiuta ad eliminare eventuali tappi di cerume o acqua entrata con docce e bagni. Prova…

8. Gocce decongestionanti e disinfettanti contro il raffreddore

Anche come coadiuvante contro raffreddore e naso chiuso puoi usare delle gocce di acqua ossigenata nel naso, stappa il naso e allontana i microorganismi che si fermano nelle primissime vie aeree.

9. Disinfettante per le superfici della cucina (compresi coltelli e taglieri)

Il suo effetto antisettico si può usare anche per disinfettare i piani di cucina, i taglieri ed i coltelli, anche quelli che sono venuti in contatto con carni potenzialmente a rischio salmonella, come quelle di pollo e tacchino.

10. Smacchiatore e disinfettante per il bucato

Uso molto spesso l’acqua ossigenata per smacchiare i tessuti dalle macchie di sangue, le macchie di urina e per molte altre macchie un po’ dappertutto (anche sui muri bianchi), infatti è proprio il perossido di idrogeno la base dei detersivi che si trovano in commercio con il nome di “candeggina delicata”, smacchia e disinfetta ma non è aggressiva come la candeggina vera.

11. Lozione per la pulizia di frutta e verdura

Lo stesso effetto pulente e antisettico dell’acqua ossigenata si può usare per lavare frutta e verdura, toglie tutti i residui di terra e sporcizia, elimina i microorganismi e diluisce il più possibile gli eventuali pesticidi. Per questo uso vuoi versarne 2 cucchiai per ogni litro di acqua e dopo il lavaggio sciacquare brevemente con acqua corrente.

Se ti interessano anche gli usi dell’acqua ossigenata a concentrazione maggiore puoi dare un’occhiata alla ricetta del Trattamento naturale contro la muffa sui muri, prove d’uso in diretta e di quella per togliere le macchie gialle di sudore.

Tu hai altri modi di usare il perossido di idrogeno?

Raccontameli nei commenti.