Pasta Madre facile: primo e secondo rinfresco

Ti piace quello che scrivo? Condividilo...

Eccomi con la seconda puntata per raccontarti tutto il procedimento con cui ho fatto la mia pasta madre con farina integrale di segale e succo di mela.

Mi sta dando grosse soddisfazioni perché è partita alla grande in sole 42 ore, ma vediamo come procedere dopo che l’ho creata con il procedimento facile che ho raccontato in Pasta Madre liquida facile facile con la mela

Sono passate le prime 24 ore e ci vuole il primo rinfresco, in questo caso non ho neppure pesato la PM ma ho fatto un mini-rinfresco.

Non ho tolto niente del primo impasto perché la fermentazione non era ancora partita e mi dispiaceva buttare, ho semplicemente aggiunto 50 gr. di farina di segale integrale + 50 gr. di acqua tiepida e ho frullato con le fruste elettriche per 1-2 minuti a velocità  bassa.

In quel momento non si vedevano differenze rispetto al primo impasto, sempre semiliquido, nessuna crescita evidente e con qualche bolla portata dalla frullatura, niente di più. Il profumo era ancora fruttato ma un pochino più dolciastro e meno buono rispetto all’inizio.

Dopo altre 8 ore ho fatto un secondo rinfresco, anche in questo caso ho rinfrescato con meno farina rispetto al peso dell’impasto originale e non ho buttato via niente, sempre per il motivo precedente, stavo aspettando che partisse la fermentazione in modo da poter riciclare l’eccesso (correggendone un po’ l’acidità visto che è un lievito giovanissimo) per panificare comunque qualcosina, non voglio sprecarne neppure una goccia!

Seguimi anche su Facebook:

Prima del secondo rinfresco ho trasferito l’impasto iniziale dalla ciotola ad una albanella da 1 litro, però ho tolto la guarnizione e la macchinetta di metallo e ho appoggiato solo il coperchio di vetro sopra.

Poi ho aggiunto 100 gr. di farina e 130 gr. di acqua tiepida, sempre miscelando bene con la frusta elettrica a bassa velocità per 1-2 minuti.

Adesso sono passate 42 ore dalla nascita (e 8 ore circa dal secondo rinfresco) e finalmente la fermentazione è partita benissimo, dalla sera prima (data del secondo rinfresco) Rossella è duplicata di volume e tende a crescere 1 cm. ogni ora circa.

Mi preparo per dividerla e per fare il terzo rinfresco (a 48 ore dalla nascita) di cui ti parlerò domani :mrgreen:

2 pensieri su “Pasta Madre facile: primo e secondo rinfresco”

  1. ciao cara scusa ma non ho capito un passaggio.dici di trasferire l’impasto in una albanella prima del secondo rabbocco,matuttol’impasto ho una parte ?

  2. Ciao Giusy, è una scelta che fai tu se togliere una parte o lasciarla tutta, io ai primi rinfreschi avevo lasciato tutto ma poi mi sono accorta che è molto meglio tenerne solo 50-100 gr. ogni volta altrimenti cresce a dismisura 😉

Rispondi