Ricominciamo la routine di settembre a piccoli passi

Ti piace quello che scrivo? Condividilo...

L’estate con i bambini a casa tutto il giorno è uno sfacelo per organizzazione e ordine di casa.

Settembre adesso è arrivato davvero, anzi è già quasi a metà!

Immagino che anche tu non abbia assunto Mary Poppins per mandare avanti la casa, quindi siamo tutte nella stessa barca tendente al  disastro, però affannarsi adesso non è la scelta giusta.

Meglio procedere a piccoli passi ma con metodo, partire con aspettative realistiche è il sistema più efficace, vediamo insieme su cosa puntare:

1. Pensa in piccolo

Non provare a fare tutto insieme, dividi i traguardi in piccoli step, ad esempio se devi riordinare o riorganizzare l’armadio dei bambini dividi il lavoro in sezioni e diluiscile nel corso di una settimana.

Seguimi anche su Facebook:

2. Togliti prima le seccature più grandi

Sicuramente c’è qualcosa che ti disturba particolarmente o che non funziona nell’organizzazione o nell’rodine casalingo, comincia proprio con quella seccatura lì. Fatti un appunto segnando le tre cose più importanti da riorganizzare e poi dividile in parti più piccole (come ti dicevo al punto 1) e fatti un piano preciso per risolverle.

3. Inizia una nuova abitudine

Scegli una piccola cosa che può fare la differenza e falla diventare un’abitudine, può essere pulire e/o mettere subito in lavastoviglie i piatti del pasto, o un’altra piccola cosa che ti fa sentire di aver fatto qualcosa per cambiare e ti fa sentire meglio. Se hai compagno e/o figli sufficientemente pretendi che ti aiutino anche loro, fate a turno e fai in modo che diventi un’abitudine di tutta la famiglia.

4. Comincia ad organizzare qualcosa, non tutto insieme

Se tenti di riorganizzare tutto insieme rischi fortemente di andare incontro ad un fallimento e poi di sentirti peggio di prima.

Meglio scegliere solo alcune cose che sei sicura di riuscire a sistemare e a finire, raggiungere il traguardo ti farà ricordare che puoi farcela e ti spronerà ad “aggredire” altre zone di caos…

Rispondi