Il frigorifero è uno degli “ambienti” di casa con il maggior rischio di accumulo e disorganizzazione.

Purtroppo il problema si porta dietro anche alte probabilità di accumulare sporco e contaminare gli alimenti.

Se il frigorifero è la tua “bestia nera” ti racconto i miei 5 passi per mantenerlo sempre pulito ed organizzato.

In questo modo non rischi di lasciar scadere gli alimenti e sai sempre cos’hai, per improvvisare ricette last minute per eliminare gli avanzi a rischio scadenza.

Il primo passo è consumare tutto il possibile e poi svuotare completamente il frigorifero.

Appoggia tutti gli alimenti che ti sono rimasti sul tavolo della cucina in modo da poterli dividere per tipologia e controllare che non ci sia qualcosa da buttare.

Dopo questa prima cernita veloce puoi passare al secondo passo che consiste nel pulire a fondo tutto l’interno, le guarnizioni e l’esterno dell’elettrodomestico.

Come detersivo puoi usare uno spray che trovi in commercio, ma se vuoi qualcosa di naturale che igienizza e deodora anche meglio degli spray industriali puoi fare autoproduzione intelligente con pochi ingredienti e la mia ricetta dello:

Seguimi anche su Facebook:

Spray per frigo [fai da te] con bicarbonato e oli essenziali

Il terzo passo consiste nel sistemare i vari tipi di alimenti in contenitori e cestini in plastica, in modo da separare le varie categorie ed averle ben organizzate sia dentro il frigorifero, sia quando stai cercando qualcosa.

LEGGI ANCHE  Come organizzare bollette e documenti di casa

Se tutti i formaggi sono in uno specifico cestino quando cerchi il Parmigiano lo trovi subito e via così per tutti gli altri.

I cestini ideali sono di plastica, in modo da poterli lavare facilmente e che siano inattaccabili da freddo e muffe, e forati sui lati e/o sul fondo in modo che l’aria circoli liberamente all’interno.

Quando hai sistemato tutto nei cestini ben diviso il quarto passo consiste nel sistemare i cestini all’interno del frigo secondo le varie zone di freddo.

Le indicazioni generali sono queste:

1. nella porta 10-12 gradi

in questo spazio vanno bene dall’alto le uova (dove tutti i frigoriferi hanno l’apposito cassettino), le salse e le bibite.

2. ripiano in alto 5-7 gradi

a questa temperatura stanno bene formaggi, yogurt, affettati e salumi sottovuoto ed eventuali cibi cotti.

3. ripiani intermedi 4-5 gradi

i ripiani intermedi sono l’ideale per i salumi freschi o nelle confezioni sottovuoto già aperte (e ben richiuse) e ancora cibi cotti se non stanno nel ripiano superiore.

4. ripiano in basso 1-3 gradi

Il ripiano in basso è quello più freddo dove trovano la temperatura ideale la carne di tutti i tipi e il pesce crudi (sempre ben separati e sigillati).

5. cassetti 7-9 gradi

nei cassetti in basso devono trovare posto frutta e verdure fresche.

L’ultimo, importantissimo, è il quinto passo con la stampa dei planning utili per ricordarti quando è il caso di sbrinare e pulire di nuovo a fondo tutto il frigo (dentro e fuori) e con i vari tempi di conservazione di tutti gli alimenti.

In questo modo dici addio ai cibi scaduti e dimenticati sul fondo dei ripiani…

Nel corso degli anni io ne ho preparati alcuni molto utili che trovi riuniti e pronti da scaricare gratis nel post qui sotto:

Frigorifero e congelatore: planning tempi di conservazione degli alimenti

Seguendo questi semplici step puoi riorganizzare il tuo frigo in un baleno e poi per mantenerlo sempre ben sistemato ed efficiente leggi anche il post sui:

5 segreti per usare al meglio il tuo frigorifero