Una delle spese che incide di più sul portafoglio di mamme e papà, e che pesa molto anche sul pianeta, è quella dei pannolini.

Le stime dicono che in un anno si spendono circa 500 euro in pannolini per ogni figlio, una cifra davvero considerevole.

Per quanto riguarda l’inquinamento la situazione è anche peggiore: il 20% dei rifiuti presenti nelle discariche è costituito proprio dai pannolini sporchi.

L’alternativa, un po’ più ecologica ed economica sono i pannolini lavabili, purtroppo anche in questo caso l’impatto non è nullo e si sommano altri problemi gestionali che non sono gestibili per tutti.

Analizzando questi dati la prima cosa che mi viene da dire è che il miglior modo per risparmiare sui pannolini e di limitare i mesi di utilizzo, insegnando ai bambini ad usare il vasino il prima possibile.

Il sistema comunemente usato si chiama E.C. o  Elimination Communication, nato negli Stati Uniti in realtà veniva usato da molte mamme anche in tempi non sospetti.

Io stessa sono stata svezzata dai pannolini (lavabili, perché quelli usa e getta ancora non c’erano) verso i 9-10 mesi proprio con una tecnica simile a quella dell’E.C. moderna.

Seguimi anche su Facebook:

La mia mamma doveva rientrare al lavoro nei mesi successivi e, facendo attenzione alle mie esigenze, mi metteva sul vasino spesso spiegandomi cosa fare in modo semplice e giocando con me, mi racconta che ho imparato in pochissimo tempo e senza incidenti di percorso.

LEGGI ANCHE  Bicarbonato e aceto per pulire gli scarichi

Quindi eliminare i pannolini prima dei 2-3 anni è assolutamente possibile.

Altra tecnica simile, che promette di eliminare la schiavitù del pannolino in soli 3 giorni, arriva ancora dagli USA grazie al METODO FELLOM studiato dalla maestra Julie Fellom.

Anche in questo caso tutto si basa sull’osservazione dei piccoli, l’uso di un buon numero di vasini da seminare per casa, e giochi e musica per rendere tutto il procedimento giocoso e divertente, sfruttando la naturale voglia di imparare dei bambini.

Se sei stufa di pannolini sporchi e di spendere soldi prova, prenditi un giorno di ferie da aggiungere ad un weekend, in modo da mettere in fila 3-4 giorni di tranquillità, e metti in pratica il metodo fellom.

Se non sei ancora pronta per fare questo passo puoi trovare altri sistemi per risparmiare sui pannolini:

1. passa ai pannolini lavabili

Una fornitura completa di pannolini lavabili costa circa 300 euro e ti durerà per tutto il periodo, finché il tuo piccolo non li abbandonerà.

Considerando che di pannolini usa e getta spendi circa 500 euro l’anno in soli due anni avrai già risparmiato 700 euro, gruzzoletto di tutto rispetto!

Puoi risparmiare ancora di più comprando pannolini usa e getta di seconda mano, oppure autoproducendoli in casa.

Se vuoi cimentarti nell’autoproduzione sappi che non è difficile e puoi usare anche tessuti riciclati, un tutorial ben fatto e facile lo trovi cliccando qui.

2. compra i pannolini negli spacci

Spacci di pannolini sono nati sia offline (cerca su google “spaccio pannolini + il nome della tua città”) che online, hanno ottimi prodotti (una delle parche più famose è la Pillo) e ottimi prezzi, però i prezzi possono variare molto da un punto vendita all’altro.

Il mio consiglio è di scandagliare la rete e gli spacci offline della tua zona per trovare il prezzo migliore (e le possibili offerte) per fare scorta. In questo modo su 100 pannolini puoi risparmiare 15-16 euro e anche di più.

3. compra i pannolini sfruttando coupon e sconti

Sia offline che online gli sconti sui pannolini, anche quelli di marche molto famose, si trovano spesso.

Tieni d’occhio i volantini degli ipermercati dove compri di solito e sfrutta le offerte speciali per fare scorta.

Tieni anche d’occhio gli e-commerce, ad esempio su Amazon si trovano ottime offerte di multipack di tutti brand e di tutte le misure.

4. compra i pannolini al discount

Altri posti dove puoi trovare ottimi pannolini ad ottimi prezzi sono i supermercati discount, se superi le reticenze e provi un pacco di varie insegne sicuramente troverai quella che preferisci e il costo finale sarà ottimo.

In questo caso è più raro trovare offerte speciali ma il prezzo normale è già molto più basso quindi il risparmio c’è comunque.

Una o due volte all’anno anche i prodotti del discount vengono scontati, in genere le offerte speciali dedicate ai prodotti della prima infanzia arrivano a fine inverno e inizio primavera quindi tieni d’occhio i volantini delle offerte per fare scorta, con un risparmio ancora maggiore.