Mantenere la casa sempre in ordine: come trovare il tuo metodo

Ti piace quello che scrivo? Condividilo...

Mantenere la casa sempre in ordine: come trovare il tuo metodoOggi un guest post succoso e utilissimo che ci regala Laura Musig webmaster del blog Arredamento e Dintorni.

Si parla di ordine, con alcuni consigli preziosi per scegliere il nostro sistema personalissimo (e quindi efficace) per avere la casa sempre a posto…

Per me l’ultimo consiglio è il più difficile, invece la tua “bestia nera” qual è?

<< Viviamo perennemente di fretta e spesso ci ritroviamo il sabato con una casa completamente in disordine, e per giunta da pulire a fondo.

Non è detto necessariamente che tu sia una persona disordinata, a volte sono sufficienti le cattive abitudini o la mancanza di metodo, a creare disordine.

In questo articolo vedremo alcune tecniche per mantenere la casa molto più in ordine, senza grande sforzo. Sicuramente troverai il metodo che fa per te.

Il metodo “della mamma”.

Seguimi anche su Facebook:

Questo metodo è il più banale ma allo stesso tempo quello più difficile da portare avanti. Ti ricordi quando tua madre ti diceva “Quando usi una cosa rimettila a posto”. Ecco si tratta proprio di questo. Quando usi una cosa, rimettila subito al suo posto, eviterai a fine settimana di avere decine di oggetti fuori posto.

Il metodo del “commercial break”.

Il commercial break è l’espressione inglese che definisce un break pubblicitario.

Dura pochi minuti, dai tre ai 5 tipicamente, quanti bastano per mettere in ordine una o due cose: riporre alcuni piatti in lavastoviglie, rifare il letto, portare fuori un sacchetto della spazzatura. Un piccolo riordino da 3-5 minuti, che ti peserà sicuramente meno che ore di riordino nel week end.

Creati delle abitudini.

Come detto sopra, è tutta una questione di cattive abitudini ma perché non crearne di buone?

Le routine non debbono per forza essere percepite negativamente, anzi.

Creati delle abitudini facilissime e funzionali a mantenere l’ordine.

Qualche esempio? Invece di buttare gli indumenti sporchi nel cesto della biancheria da lavare, buttali direttamente nel cestello della lavatrice. In questo modo non solo non saranno in giro per il bagno, ma in pochi giorni avrai caricato una lavatrice pronta per essere avviata. Allo stesso modo, invece di appoggiare un piatto sporco sul lavandino della cucina, riponilo direttamente nella lavastoviglie, in questo modo a fine giornata avrai già la lavastoviglie carica.

Elimina le cose in eccesso.

A volte non si tratta di disordine… a volte si tratta solo di tonnellate di oggetti, vestiti o soprammobili, che guarda caso non sai come tenere in ordine o come organizzare.

Se la tua parola d’ordine è liberarti delle cose in eccesso ci sono molte tecniche che ti possono venire in aiuto, da quelle elaborate da Marie Kondo fino allo space clearing o decluttering.

Se la mole di lavoro per far fronte al disordine pregresso ti sembra insormontabile, allora creati una road map con tanti piccoli task. Oggi puoi sistemare il cassetto della scrivania, domani l’armadietto del bagno, tra qualche giorno quel pensile della cucina traboccante di utensili che non utilizzi più e così via.

Ma mi raccomando: sii onesta! Quando prendi in mano una cosa che potrebbe essere buttata via fatti queste domande: “La userò nei prossimi 6 mesi?” “L’ho usata negli ultimi 6 mesi?”, “E’ una cosa che mi rievoca persone o momenti piacevoli?”. Se la risposta è sempre no, butta via quell’oggetto senza remore!

Se vuoi fare un lavoro ancora migliore prepara tre sacchi: un sacco per le cose da tenere, uno per le cose da gettare ed uno per le cose da regalare o da vendere. >>

Laura Musig – Bio
Creo e gestisco siti web dal 2002. Per me creare contenuti di qualità per gli utenti è una passione ed un piacere. Sono appassionata di bellezza, arredamento e content marketing.

Mantenere la casa sempre in ordine come trovare il tuo metodo

Rispondi