Come rendere efficace ogni metodo per organizzarsi

Ti piace quello che scrivo? Condividilo...

Organizzarsi significa fare le cose con calma

Riuscire ad organizzarsi non è cosa da tutti, io ho fondato Casa Organizzata proprio perché avevo bisogno di aiuto per farlo, in questo modo sono riuscita a concentrarmi e a studiare sull’argomento insieme a te in questi anni.

Oggi ospito il guest post di Giacomo, Mental Coach, che ci racconta i segreti professionali che servono per essere sempre organizzati.

<< Ci sono molti modi per organizzarsi e fare le tantissime cose che ogni giorno ti aspettano.

Alcuni preferiscono usare calendari e liste, altri i post-it, altri hanno un vero e proprio programma fatto di orari predefiniti.

Personalmente sono arrivato alla conclusione che ogni metodo può andar bene, purché funzioni per te e siccome siamo tutti diversi, l’unica soluzione è sperimentare, vedere come ti trovi e migliorare qualsiasi approccio con la tua esperienza personale.

Io invece voglio condividere con te 3 segreti figli della mia esperienza come Mental Coach, grazie alla quale mi trovo ogni giorno a poter dare, a chi mi scrive, qualche consiglio per realizzare i propri obiettivi o fare dei piccoli (o grandi!) cambiamenti nella propria vita.

I consigli che ti sto per offrire non sono un metodo, ma un atteggiamento, un modo di affrontare impegni e scadenze ma anche di usare qualsiasi sistema organizzativo preferisci. E saranno preziosi anche se non ne hai affatto uno e preferisci improvvisare 😉

Seguimi anche su Facebook:

Consiglio numero 1: elimina la fretta

Qualsiasi cosa tu debba fare, non farla di fretta. Quando corri, non solo fai le cose male, ma vivi sotto pressione e questo favorisce le tue emozioni negative. E se provi emozioni negative mentre fai qualcosa, magari ogni volta che la fai, in breve assocerai malessere a quel compito e inizierà a pesarti sempre di più.

Organizzati in modo da avere sempre meno cose da portare a termine rispetto al tempo a disposizione. Ne parliamo meglio nel secondo consiglio, però ricorda di non correre e possibilmente fare addirittura con calma le cose che ti piacciono meno.

Io consiglio sempre un esercizio che è un gioco e può tornarti utile: prendi in considerazione qualcosa che fai abitualmente, magari ogni giorno, che sia la doccia, pulire la cucina, fare la spesa, andare a lavoro, preparare la colazione. Parti da quanto tempo impieghi normalmente e raddoppialo. Dedica a quell’attività il doppio del tempo abituale e usa ogni minuto in più per godertela. Concentrati su quello che fai senza andare altrove con la testa.

Ovviamente programma questo esercizio in modo da lasciarti lo spazio, con gli impegni che hai dopo, di fare tutto con calma senza poi dover correre per recuperare.

Vivere con calma è indispensabile per stare bene, e non è una questione tanto di tempo quanto di atteggiamento mentale. E questo esercizio ti aiuterà a sviluppare quello giusto 😉

Consiglio numero 2: vinci facile

Il segreto per organizzarti è sperimentare un certo benessere quando lo fai.

Non c’è nulla di peggio che stabilire dei programmi e poi sforare puntualmente, rimanere indietro con tanti obiettivi che ti eri data, ritrovarti a non aver realizzato tutto. Non solo questo significa che le cose rimaste indietro finiranno sui programmi del giorno dopo, creando ancora più pressione e fretta, ma è frustrante definire degli obiettivi e non raggiungerli.

Spesso è per questo che tante persone iniziano a organizzarsi e dopo qualche giorno lasciano perdere.

Dividi sempre ogni compito in piccole azioni.

Non avere come obiettivo “pulire casa” ad esempio, ma scomponilo in tante micro attività, cose che richiedono poco tempo (30 minuti magari) e che siano più facili da organizzare. Inoltre, se pensi che per completare un’attività ti ci vuole mezz’ora, tu prenditi 40 o 50 minuti.

Meglio finire prima e avere la possibilità di anticipare qualcosa che essere sempre in ritardo sula tua tabella di marcia.

Altra cosa importante: non caricare un giorno di troppi obiettivi. Spalma le cose che devi fare su un tempo più lungo, prenditene sempre più di quanto ritieni che te ne serva.

Ragiona sul medio periodo, sulle settimane e sui mesi, non solo sui giorni. Ricorda che la fretta alimenta le emozioni negative, per cui mettiti nelle condizioni non solo di fare tutto quello che programmi, ma di farlo con calma, finire anche prima del previsto e poter scegliere se anticipare qualcosa che dovresti fare domani, o rilassarti e goderti un po’ di riposo.

Lo scopo del gioco non è vincere il premio “donna e mamma più rapida ed efficiente dell’anno”, ma fare bene e con serenità ogni cosa.

Consiglio numero 3: divertiti anche in cose che non ti piacciono

La grande fregatura è fare controvoglia qualcosa. Questo vale sempre, in qualsiasi settore della tua vita. Se ci sono cose necessarie, ma che non ti piace fare, cambia approccio.

Parti dall’idea che se ti “sforzi” nel fare ciò che non gradisci, a lungo andare lo vivrai sempre come un peso e lo eviterai il più possibile magari finendo per dare a queste attività il potere metterti di cattivo umore. Serve? C’è un approccio diverso? Certo che c’è 😉

Il segreto è cambiare. Innanzitutto fai queste attività con più calma delle altre. Dedica maggiore attenzione, cerca di metterci più cura del solito. Inoltre sii creativa: aggiungi la musica, canta mentre le fai, coinvolgi un’altra persona perché sia più piacevole, balla mentre ti muovi.

Cambia i momenti della giornata, magari prima e dopo regalati del tempo per qualcosa che ti piace, come fosse un premio per l’altra attività. Magari non impegnarti troppo a lungo in qualcosa che non gradisci: dedicagli più momenti che siano però brevi, in modo che non ti pesi troppo.

Prova, ovviamente, ma cerca di rendere piacevole qualsiasi cosa tu debba fare: questo è il segreto per fare tutto e farlo bene.

In conclusione l’atteggiamento mentale con cui affronti ogni cosa è sempre ciò che fa davvero la differenza. Non sono mai i troppi impegni (o troppo complicati o noiosi) il problema, ma la mentalità con cui li vivi e soprattutto l’entusiasmo e l’impegno con cui agisci.

Ricorda che tu, il tuo benessere, venite prima di qualsiasi lavoro da fare. Inoltre impara a vivere ogni attività come se, in quel momento, fosse la cosa più importante, pensando che non esista altro. Più siamo concentrati su qualcosa, più sappiamo viverla in modo positivo e scopriamo che anche quello che ci sembrava noioso, non è poi così male. Se inizi a fare con entusiasmo ogni cosa, vedrai che sarà entusiasmante fare qualsiasi cosa.

Mi chiamo Giacomo Papasidero e sono un Mental Coach. A chi mi chiede in cosa consiste il mio lavoro rispondo semplicemente: aiuto le persone a diventare più forti dei loro problemi. Anzi, di qualsiasi problema. Ho capito che non esiste al mondo nulla che possa fermarci. O quasi. In realtà tu sei l’unica persona che può farlo.

Avrai sentito storie di persone con handicap fisici gravissimi che fanno cose che le persone normali non riuscirebbero nemmeno a pensare. Senza scomodare i tanti esempi che magari ti verranno in mente, il punto è che la realtà è un dato di fatto. Come la vivi, l’atteggiamento, la voglia di lottare, sono una scelta soggettiva e personale.

Nel mio dialetto c’è questo proverbio ‘Nci dissi u surici a nuci: “Dammi tempu ca ti perciu!”. Che tradotto diventa Disse il topo alla noce: “Dammi tempo che ti buco!”. Se tu non molli, niente può fermarti.

Non so se l’hai capito, ma sono calabrese, vivo e lavoro in provincia di Reggio e grazie a internet posso essere ovunque in 10 secondi, e lavorare con persone di tutto il mondo. L’unico limite è per ora il mio inglese, ma è una noce 😉

Gestisco un sito dal 2014 che ho chiamato diventarefelici.it perché ho visto in prima persona e poi nelle tante con cui ho avuto il piacere di lavorare in questi anni (sono un Mental Coach dal 2010), che la felicità è qualcosa che si costruisce, e tutti possiamo diventare felici, nonostante difficoltà e problemi.

Forse questa è la cosa più importante: per essere felice non devi eliminare tutti i problemi. Ce ne saranno sempre, fanno parte della vita. Devi cambiare il modo di viverli e scoprire che loro, comunque vada, non bastano a toglierti la felicità e la gioia di vivere.

Per me questa è una missione. Così, da agosto, sul mio sito ho avviato un progetto totalmente gratuito, mettendo a disposizione di tutti un corso che raccoglie anni di esperienza e tutto ciò che so e che continuo a imparare. Organizzo al suo interno seminari e incontri in diretta e ogni risorsa è disponibile gratis per tutti.

Io lo chiamo Corso per Diventare Felici, e ciò che chiedo ai miei allievi è semplicemente di diventarlo e di condividere la loro gioia con gli altri. Ecco ciò che chiedo in cambio: diventare portatori sani di felicità e contagiare tutti gli altri. Scopri di più e iscriviti al corso. >>

Rispondi