Repellenti zanzare: sono innocui solo se (davvero) naturali

Ti piace quello che scrivo? Condividilo...

Parlo spesso di zanzare e di repellenti naturali a base (ovviamente) di oli essenziali ed oli vegetali, ma è proprio il caso di approfondire il discorso parlando anche di repellenti NON naturali, per capire bene cosa ci spalmiamo addosso…

 

In tutti i supermercati si trovano decine di repellenti per zanzare, pappataci ed altri “insetti succhiatori” molto efficaci e relativamente poco costosi, tra i principi attivi più utilizzati ci sono: la DEET (N,N-dietil-meta-toluamide) e la Picaridina (KBR3023), per capire bene cosa contengono bisogna leggere la composizione INCI, in genere piccola piccola sul retro del flacone.

 

Questi composti sono composti chimici sintetici e non sono per niente innocui neppure per i mammiferi (come noi!) ma l’ultima ricerca riguarda in particolare la DEET (N,N-dietil-meta-toluamide).

 

Si tratta di una ricerca condotta da Vincent Corbel dell’Institut de Recherche pour le Developpement di Montpellier e Bruno Lapied dell’Università di Angers, in Francia.

Seguimi anche su Facebook:

 

Gli scienziati hanno scoperto che, oltre al problema che la DEET si accumula pericolosamente nei reni e nel fegato, ha azione diretta anche sul sistema nervoso, in particolare inibisce l’attività di un enzima importante, l’acetilcolinesterasi, che regola la funzione dei neurotrasmettitori.

 

L’effetto è ancora più marcato nei bambini, infatti si sconsiglia assolutamente l’uso di composti a base di DEET in bambini sotto i 12 anni.

 

Purtroppo la dicitura “naturale” non mette al riparo dai rischi perché viene usata in modo indiscriminato sulla maggior parte dei prodotti che di naturale non hanno proprio niente, l’unico modo per essere sicuri di quello che si usa è leggere accuratamente tutte le etichette, la composizione INCI in particolare, facendosi aiutare online dal biodizionario, oppure preparare i proprio prodotti da sé con ingredienti conosciuti e davvero naturali.

 

Io ho spesso parlato di come preparare ricette naturali in Lozione antizanzare [caso pratico] e Curare le punture di zanzara con un gel naturale e di come combattere le zanzare senza la chimica dannosa in Estate: combattere la zanzara tigre con metodi naturali e poi ricordo sempre l’utilità delle zanzariere (sia alle finestre che direttamente sul letto), a me hanno risolto il problema in modo quasi definitivo, niente più “fornelletti” ma nessuna zanzara da anni…

Un pensiero su “Repellenti zanzare: sono innocui solo se (davvero) naturali”

Rispondi