Piccoli segreti per salvare la stella di Natale

Ti piace quello che scrivo? Condividilo...

Sarebbe bello riuscire a salvare mantenere la stella di Natale da un anno all’altro, senza vederla morire miseramente già in primavera?

Basta conoscere qualche trucco per salvarla e per vederla tornare bella rossa anche per i natali successivi, eccoli qui:

1. La Poinsettia è una pianta sempreverde che arriva dal Messico, per questo non ama temperature troppo rigide.

2. quando arriva in casa controlla che il vaso non sia già troppo piccolo e pieno di radici, se è così rinvasala subito in una vaso di misura superiore (meglio se di coccio e non di plastica)

3. devi metterla in un angolo luminoso ma al riparo dalla luce diretta e lontano dai termosifoni e fonti di calore.

4. non ama innaffiature frequenti, ti basta innaffiarla ogni 10-12 giorni facendo attenzione a togliere i ristagni d’acqua dai sottovasi, prima di innaffiarla lascia che il terriccio si asciughi bene per qualche giorno.

5. ama un terreno ricco di azoto e potassio quindi va benissimo fertilizzarla, ogni 20-30 giorni, con un cucchiaio di fertilizzante naturale formato da una parte di buona cenere di legna + una parte di fondi di caffè.

Seguimi anche su Facebook:

6. appena comincia a calare la fioritura, ed in ogni caso entro la primavera, potala almeno di un terzo, eliminando tutte le brattee rosse e ricompattandola.

7. in primavera puoi spostarla all’aperto ma solo se le temperature (anche notturne) non scendono sotto il 15° e in una posizione riparata dal sole.

8. all’inizio dell’autunno, per ottenere una nuova fioritura colorata, devi spostarla nuovamente all’interno ma in un locale non riscaldato e con una quantità di luce (anche artificiale) inferiore alle 12 ore, ad esempio un pianerottolo che prende poca luce.

2 pensieri su “Piccoli segreti per salvare la stella di Natale”

Rispondi