Ma l’epilatore Philips Lumea Comfort funziona? L’ho testato e ti racconto com’è

Ti piace quello che scrivo? Condividilo...

Sto testando l’epilatore a luce pulsata Lumea Confort di Philips da alcune settimane.

Inutile dire che considero la depilazione una grande scocciatura, purtroppo necessaria per chi come me ha capelli e peli scuri che ricrescono molto in fretta.

Se anche tu hai caratteristiche simili alle mie sai benissimo di cosa sto parlando!

Quando sono uscite le epilazioni con il laser e la luce pulsata negli istituti di bellezza avrei tanto tanto voluto provare ma il costo per me era insostenibile e così sono andata avanti come sempre tra rasoio, epilatori a strappo e creme depilatorie a seconda della zona…

Poi sono arrivati questi apparecchi casalinghi per la depilazione semipermanente, il costo non è basso ma si può ammortizzare in un lasso di tempo molto ragionevole, così ho deciso di provare ed eccomi qui a raccontarti le mie impressioni.

Questo Lumea Comfort è l’ultimo uscito, più compatto rispetto ai modelli precedenti e leggermente più economico (in questo periodo e fino al 1° giugno 2014 su Amazon c’è lo sconto del 12% più in omaggio un buono da 30 euro per altri acquisti sempre su Amazon).

C’è la possibilità di usarlo anche sul viso ma ha un’ampiezza della finestra di applicazione (cioè il rettangolino con cui ci si sparaflesha la luce pulsata) più piccolo rispetto ai modelli precedenti, ma di poco più piccola :mrgreen:

La caratteristica più nuova è che ha incorporato un sensore per il riconoscimento della pelle, siccome non bisogna usarlo sulla pelle scura o sui nei il sensore rileva questo dato sia all’inizio dell’applicazione sia successivamente durante la sessione e se la pelle è troppo scura si ferma da solo.

Seguimi anche su Facebook:

I livelli di intensità della luce sono cinque, si comincia provando quello più basso e poi se non si sente fastidio si aumenta gradualmente.

Prima di tutto si usa il rasoio sui peli e solo dopo, con i peli rasati, si comincia a passare il Lumea, io lascio passare almeno 12 ore dalla depilazione con il rasoio per non stressare troppo la pelle.

Poi si comincia a sparafleshare rettangolino per rettangolino la zona che vogliamo trattare, io ho cominciato dalle ascelle, quindi pelle molto delicata e peli belli strong!

Sono partita dall’intensità più bassa ma poi sono arrivata tranquillamente all’intensità massima senza sentire nessunissimo dolore, solo un leggerissimo pizzicore che passa dopo pochi secondi.

Già dalla seconda applicazione ho notato una ricrescita molto più lenta e molto più blanda, i peli si erano già indeboliti, incredibile.

Ora continuerò le applicazioni e ho in mente di provare il secondo step sulla zona bikini, altro punto difficile e delicato.

Se i peli superflui sono il tuo cruccio è un ottimo prodotto.

Ho provato l’epilatore Philips Lumea Comfort e ti racconto se funziona

7 pensieri su “Ma l’epilatore Philips Lumea Comfort funziona? L’ho testato e ti racconto com’è”

        1. Ciao Rita,
          intendo che i peli ricrescono molto più radi e sottili e ci mettono molto più tempo tra una ricrescita e l’altra. Quindi non elimina i peli completamente (ma questo neppure il laser a quanto ho etto) ma migliora moltissimo la scocciatura della depilazione.

  1. Io l’ho usato 5 volte e in molte zone i peli nn crescono, quindi crescono a chiazze!! Sulle braccia sta funzionando meglio delle altre zone; nelle gambe i peli ricrescono il giorn dopo il trattamento ma cn meno peli, sul pube non ha ancora funzionato! Ma ho risolto un problema sulla schiena, prima quando facevo la ceretta i peli ricrescevano duri, ma con lumea nonostante usassi il rasoio, ricrescono morbidissimi, spero di avere dei risultati migliori nelle prossime sedute

  2. Ciao volevo sapere se l’hai provato sul viso e se funziona ? Io sono stufa di usare la ceretta . vorrei tentare ma ho un po’ di paura ad usare il rasoio sul viso

Rispondi