Fertilizzanti naturali dagli scarti di cucina per le piante di casa e terrazzo

In cucina si buttano via un sacco di scarti che possono essere utili, alcuni sono perfetti come fertilizzante a costo zero per le piantine di casa e balcone.

Se fai già il compostaggio la maggior parte li metti lì, ma ce ne sono altri che dentro il compost non ci vanno e possono essere utili ugualmente, se il compost non lo fai vedrai quante cose butti via ogni giorno che fanno bene alle piante.

Per cominciare il cartone o la bottiglia del latte, quando il latte è finito ne resta ancora un velo sulle pareti, riempi di acqua il contenitore e usalo per innaffiare, quel velo di latte disciolto nell’acqua nutre e apporta nutrienti preziosi.

Le bucce di banana sono ricche di potassio, ti basta lasciarle seccare e triturarle per ottenere un fertilizzante granulare da mettere sulla terra del vaso, un cucchiaino al mese per ogni pianta sarà più che sufficiente e rilascerà pian piano i micronutrienti che contiene.

I gusci delle uova apportano calcio e altri composti utili e, in giardino, tengono lontane lumache e chiocciole dalle tue piante. Frantumali e spargili sulla terra.

L’acqua di cottura delle verdure ha dentro, disciolte, tutte le vitamine idrosolubili che vanno via dai vegetali cotti, lasciala raffreddare a temperatura ambiente e usala per innaffiare, così risparmi acqua e nutri le tue piantine adorate Sorriso

Seguimi anche su Facebook:

Prendi il lievito di birra in polvere come integratore? Mettine un cucchiaino in un litro e mezzo di acqua e innaffia, ecco un altro bel pieno di vitamine.

LEGGI ANCHE  [autoproduzione] Fare la margarina con l’olio extravergine d’oliva

Fondi del caffè, del the e della camomilla, apri le bustine e recupera la bratta, falla essiccare e poi metti la polvere sulla terra, un cucchiaino al mese anche in questo caso va benissimo e apporta nutrienti buoni.

Se hai un camino tieni sempre un po’ di cenere di legna, anche questa è un ottimo fertilizzante naturale, l’importante è non esagerare quindi il solito cucchiaino una volta al mese è la dose giusta per i vasetti, per vasi grandi e giardini e aiuole puoi aumentare le dosi.

Ti piacciono i lupini? Fanne tostare qualcuno in forno per qualche minuto, triturali e usali come concime per le piante, è una fonte di azoto a cessione lenta ottimo per piante acidofile.

Il solito cucchiaino per ogni vaso va benissimo.

Anche la birra è un ottimo fertilizzante, soprattutto se più naturale possibile come quella artigianale, non è certo il caso di sprecarla ma ti basta riempire d’acqua le bottiglie terminate per recuperare il fondo che resta ben diluito per innaffiare le piante!