Qual è il modo migliore per lavare frutta e verdura

Frutta e verdura fresche fanno bene, sono la base di un’alimentazione sana, ma c’è il problema delle sostanze contaminanti, un problema invisibile ma molto pericoloso, tanto che ogni anno ci sono studi e classifiche sugli ortaggi più contaminati.

La contaminazione non si vede ad occhio nudo e quando andiamo a comprare tendiamo a dimenticarcene e acquistiamo in base al gusto e alla voglia del momento, come è normale che sia.

L’ultima ricerca in questo senso è la Shopper’s Guide to Pesticides in Produce di Environmental Working Group di quest’anno, parla della realtà degli Stati Uniti, ma possiamo pensare che anche nel nostro paese i risultati sarebbero simili: addirittura il 70% di frutta e verdura contiene pesticidi dannosi per la nostra salute.

Ma c’è di più: anche sbucciando e lavando frutta e ortaggi ingeriamo ugualmente buona parte di quei pesticidi e quando li ingeriamo andiamo a vanificare òe virtù positive dei vegetali freschi o anche peggio…

E’ stata stilata una vera e propria classifica, frutta e verdura più contaminata eccola qui, da quella più contaminata in giù:

Fragole

Seguimi anche su Facebook:

Spinaci

Cavoli

Pesche nettarine

Mele

Uva

Peperoni di tutti i tipi (anche peperoncini piccanti)

Ciliegie

Pesche

Pere

Sedano

Pomodori

Se vuoi farti una cultura scientifica sui contaminanti in agricoltura puoi trovare una pubblicazione esaustiva cliccando qui.

LEGGI ANCHE  Pasta Madre facile: terzo rinfresco

Per metterci al riparo il più possibile dai contaminanti c’è il biologico, ma neppure quello garantisce assoluta sicurezza, ci sono molti casi di truffe anche sul Bio e non sempre è possibile comprarne, per tanti motivi ma soprattutto perchè il prezzo è molto più alto dei prodotti classici già in condizioni di normalità, ancora peggio in questo periodo di rincari e inflazione galoppante.

Quindi come possiamo fare?

Negli ultimi tempi ci sono state varie ricerche, l’ultima promossa dai maggior istituti di microbiologia in India, che hanno sperimentato vari tipi di lavaggio di frutta e verdura, per capire scientificamente quali soluzioni sono più efficaci per rimuovere la maggior parte dei contaminanti.

Non sto a raccontarti tutte le prove che hanno fatto, misurando dopo ogni lavaggio quanta percentuale di pesticidi rimanevano sugli ortaggi, ma vado subito al sodo a dirti cosa funziona davvero.

Per pulire efficacemente i nostri vegetali è bene combinare 3 step: una soluzione di acqua e bicarbonato e poi l’aggiunta di un po’ di succo di limone e, per i vegetali per cui è possibile, l’azione meccanica sfregando la superficie con un telo di cotone.

Poi ci vuole una bella risciacquata con l’acqua corrente.

Questo tipo di lavaggio combinato con bicarbonato + acido ascorbico (vitamina C contenuta nel succo di limone) + azione meccanica di sfregamento eliminano quasi totalmente pesticidi e contaminanti di ogni tipo che si trovano sulla superficie.

LEGGI ANCHE  Spray per frigo [fai da te] con bicarbonato e oli essenziali

Purtroppo per le sostanze chimiche che penetrano nel frutto durante la crescita, con il terreno e l’acqua, nella polpa e non sulla buccia, non possiamo fare granché, l’unico modo per evitarli il più possibile è scegliere frutti bio e sicuri.

Tu come sei solita lavare frutta e verdura?