stirare: 10 trucchi per risparmiare tempo

Mi è già capitato in passato di raccontare, qui sul blog, che io non stiro niente, fatta eccezione per poche camicie e capi in lino a cui mi capita di dare una passata velocissima e stop!

 

Cerco di stendere bene e scelgo l’abbigliamento di tutta la famiglia in relazione a questo.

 

Per fortuna mio marito non una vestito, camicia e cravatta per lavoro quindi ho già un asso nella manica 😉

 

Se tu ami avere tutto ben stirato, oppure non puoi farne a meno per esigenze personali, ci sono alcuni trucchetti e segreti “della nonna” che possono aiutarti ad ottenere il miglior risultato nel minor tempo possibile:

Seguimi anche su Facebook:

 

1. i tessuti scuri si stirano sempre a rovescio

 

2. la lana si stira a rovescio mettendo, tra il ferro ed il capo, un panno umido, oppure stirando a vapore.

 

3. le strisciate di lucido sui tessuti si tolgono esponendole al vapore (del ferro da stiro o di una pentola d’acqua a bollore) per qualche minuto. Dopo si stira da rovescio a vapore.

 

4. se devi stirare un capo molto delicato frapponi tra ferro e tessuto un foglio di carta velina, non usare il vapore e stai attenta a regolare bene la temperatura del ferro.

 

LEGGI ANCHE  40 Idee per guadagnare tempo: sesta puntata 26-30

5. prima di stirare qualsiasi capo controlla che non sia rimasto macchiato. Stirare le macchie vuol dire fissarle irrimediabilmente alla stoffa.

 

6. stira la seta al dritto e leggermente umida, con il ferro non troppo caldo.

 

7. se devi stirare tessuti con motivi in rilievo, stira a rovescio su uno spessore morbido, bastano due salviette di spugna sotto perché il motivo non si schiacci.

 

8. pizzi e ricami vanno sempre stirati a rovescio.

 

9. se stendi ben tesa la biancheria da casa (tovaglie, lenzuola, federe, fazzoletti, ecc.) e la ritiri leggermente umida, la stirerai in meno tempo se la pieghi subito bene e poi la stiri da una parte e dall’altra invece di ripassare il ferro ad ogni piega.

 

10. indumenti e biancheria non si devono mai riporre appena stirati perché conservano sempre un pochino di umidità e potrebbero rovinarsi o macchiarsi. E’ buona norma lasciarli ad evaporare fuori dagli armadi almeno per un’ora.