Sbaglio oppure è un bel po’ di tempo che non parlo di quanto sono inquinanti alcuni detersivi che usiamo abitualmente a piene mani?

Uno degli additivi per il bucato più inutili ed inquinanti è proprio l’ammorbidente e oggi voglio raccontarti perché è meglio farne a meno per tre motivi molto importanti: ecologia, economia e salute…

Ma andiamo con ordine, per quanto riguarda l’aspetto del risparmio direi che non c’è molto da dire, l’ammorbidente costa (anche se lo si acquista nei discount) e non usandolo il primo risparmio è del portafoglio.

Per l’aspetto ecologico i problemi sono molteplici, innanzi tutto è molto inquinante e poco biodegradabile, quindi l’impatto ambientale è altissimo e, come se non bastasse, l’ammorbidente tende a creare una patina sugli indumenti che rende poi difficile l’eliminazione dello sporco vero e proprio e così ci tocca anche aumentare la quantità di detersivo o aggiungere altri additivi inquinanti, un mezzo disastro!

Se ogni famiglia eliminasse l’ammorbidente dalla propria lista della spesa già una bella fetta di inquinamento da detersivi tenderebbe a sparire, un bel risultato direi.

Per l’aspetto della salute cominciamo a considerare il problema dell’inquinamento e quindi della salute collettiva e poi arriviamo fino alla nostra salute personale, perché la patina che resta sugli indumenti trattati con l’ammorbidente viene ogni santo giorno a contatto con la nostra pelle (e quella più delicata dei nostri figli) e trasferisce al nostro organismo le sostanze di cui è composto che, ne sono convinta, ci fanno tutt’altro che bene.

Seguimi anche su Facebook:

Lo so che quando ci abituiamo ai vestiti morbidi è difficile pensare che se ne possa fare a meno, invece si può, te lo assicuro, io sono anni che non uso più l’ammorbidente e nessuno in famiglia ha subito qualche scompenso psicologico per questo :mrgreen:

Tutto sta a riabituarsi a tessuti meno vellutati ma più puliti e più profumati “di pulito” invece che di profumi sintetici, io preferisco non aggiungere niente al risciacquo ma le alternative naturali ci sono, anche se non è il caso di aspettarsi il risultato dell’ammorbidente classico ovviamente.

Si può aggiungere bicarbonato addizionato con qualche goccia di olio essenziale di lavanda, che addolcisce l’acqua e rende i tessuti più morbidi ed i colori più vivi, oppure si può aggiungere l’aceto nella vaschetta apposita che elimina i residui di detersivo ed il calcare dai tessuti e dalla lavatrice. Sia il bicarbonato che l’aceto (ma soprattutto quest’ultimo) eliminano anche gli odori cattivi come sudore e simili , rafforzando il profumo del detersivo e il suo odore caratteristico invece non resta sui tessuti dopo l’asciugatura, quindi non c’è il rischio di andare in giro a “profumare” di aceto come ti avevo già raccontato in Aceto: un prezioso alleato contro i cattivi odori! 😀