Quando ho scritto Ammorbidente? No grazie! ho ricevuto tanti commenti interessanti, in particolare Mariuccia mi chiede “sapresti dirmi la patina di cui parli di quali sostanze è composta?”.

Domanda legittima a cui ho deciso di rispondere con un altro post, invece che brevemente nei commenti, perché mi sembra di interesse generale.

Come ho già detto tante volte non sono un chimico e cerco di imparare per esperienze ed errori, ma in questo caso mi avvalgo di quello che ho trovato spiegato su un libro che mi è piaciuto molto: “Cura naturale della casa” Fag edizioni.

Le due autrici riportano l’elenco degli ingredienti di un ammorbidente molto diffuso e pubblicizzato come “altamente biodegradabile”:

acqua, tensioattivi cationici, alcol isopropilico, parfum (sintetico) glutaraldeide, acido cloridrico, dimeticone, coloranti, biossido di silicio e varie altre sostanze aromatiche classificate come allergeni dalla normativa europea.

Come le autrici del libro anch’io o sono convinta che buona parte di queste sostanze restano sui tessuti, purtroppo non ho conoscenze tecniche sulla loro pericolosità, ho provato a cercare sul biodizionario e l’unica che ho trovato è questa ben poco rassicurante con due semafori rossi:

Seguimi anche su Facebook:

DIMETHICONE antischiuma / emolliente

Se hai altre informazioni me le racconti nei commenti?