Liberarsi dal superfluo: freecycle

Ti piace quello che scrivo? Condividilo...

Eccomi qui con la seconda puntata di “liberarsi dal superfluo” che all’inizio dell’anno ci sta proprio bene, così si possono eliminare tutti i rami secchi per poter far entrare nella nostra vita tante belle novità 😀

Dopo la novità di ebay con Liberarsi dal superfluo: ebay azzera le tariffe (che è decisamente una bella novità) ti voglio parlare di Freecycle, un’iniziativa americana che ormai è dilagata in tutto il mondo e, per fortuna, anche in Italia, almeno in alcune provincie, per ora sono 20 le città in cui si possono trovare dei gruppi più o meno attivi.

Ma cos’è e come funziona Freecycle?

E’ semplicissimo, i Freecycle sono gruppi online, cioè mailing list locali, a cui ci si iscrive direttamente via web e tramite cui si possono offrire GRATUITAMENTE oggetti in buono stato che a noi non servono più, ma che ad altre famiglie possono essere ancora utili.

4 pensieri su “Liberarsi dal superfluo: freecycle”

  1. Che bella idea! Nella mia parrocchia a Natale abbiamo organizzato un mercatino del barratto, ma non ha avuto molto successo…mi sa che in Italia non siamo ancora pronti per questo genere di scambio…

  2. Da noi invece, tramite la banca del tempo, organizziamo 2 volte l’anno un mercatino del baratto come da Laura, il prossimo è previsto per marzo, ci portiamo tutto quello che non ci serve più, le cose voluminose solo in fotografia, e riusciamo a distribuire praticamente tutto, gli abiti non vanno molto, salvo quelli dei bimbi, ma tutto il resto sparisce immediatamente.

  3. Tornando su freecycle, esiste la possibilità di “interfacciarsi” con le sue mailing list in maniera più umana possibile, infatti invece di doversi iscrivere a yahoo groups, e metter sempre mano alla posta elettronica, tra l’altro senza poter inserire fotografie nei messaggi, ho sviluppato il sito http://www.reecycle.it che è a tutti gli effetti un sito di annunci, ma rigorosamente di regalo, dove è possibile inserire foto, iscriversi agli aggiornamenti sui nuovi oggetti inseriti, sia via RSS che via email, e partecipare col forum alle “chiacchiere” 😉
    Viva il riciclo!

Rispondi