Gestire il budget familiare con il metodo delle buste

Ti piace quello che scrivo? Condividilo...

Gestire il budget familiare con il metodo delle buste

Oggi mi rimetto a parlare di budget e bilancio familiare, siamo già in vista del Natale e tanti soldini usciranno dalle casse di noi famiglie, gestire tutto diventa sempre più difficile e per controllare le uscite ci vuole un sistema semplice che vada bene anche per chi non usa già un sistema collaudato, oppure da affiancare.

Il “metodo delle buste” è il sistema che usavano le nostre nonne per riuscire a far fronte alle spese senza il rischio di spendere troppo e male, dando sempre la precedenza alle spese fisse e indispensabili.

La cosa bella è che può funzionare altrettanto bene anche oggi, però bisogna ricominciare ad usare i contanti e a riporre (almeno temporaneamente) carte di credito e carte bancomat, che sono comodissime è vero, ma che tendono a farci spendere molto di più di quello che ci possiamo permettere.

Il fatto di non vedere uscire fisicamente il denaro ci trae in inganno!

Ma come funziona questo metodo delle buste?

Per prima cosa bisogna trovare una serie di buste per dividere i soldini per le varie voci del bilancio familiare, io ho preferisco costruirmele le buste e l’ho fatto con la tecnica dell’origami e una carta bella, sono velocissime e semplicissime ma mi ispirano e mi rallegrano quando le guardo e sono costretta a spendere i soldi che ci sono dentro 😀

Ci vuole una busta per ogni voce, ad esempio:

Seguimi anche su Facebook:
  • elettricità
  • gas
  • affitto
  • regali di Natale
  • ecc.
  •  

Per ogni voce va destinato il budget e i soldi vengono messi fisicamente dentro ad ogni busta, ben divisi e dopo averli spesi tutti il budget per quella voce è finito, non si devono fare visite al bancomat o spese extra con la carta fino al prossimo mese quando il budget per ogni voce verrà ripristinato.

Se sei abituata ad usare molto le carte ci vorrà un po’ di tempo per abituarti e perfezionare il tutto, ma non gettare la spugna e riuscirai ad eliminare le spese superflue e magari, malgrado la crisi, anch’io riuscirò a risparmiare qualcosa!

8 pensieri su “Gestire il budget familiare con il metodo delle buste”

  1. cara casa organizzata…in vista delle prossime feste natalizie, dovremo immancabilmente fare dei regalini. Regalaci qualche idea a basso costo che possiamo fare da sole in casa senza spendere un casino. grazie.

  2. @filo: ok, allora farò alcuni post possimamente con idee a costo zero, magari divisi per tipologia: bambini, uomini, amiche, ecc. 😀

  3. Grazie per l’idea! Ed in vista del Natale magari anche dei modi per addobbare l’albero con decorazioni semplici e fatte in casa, perchè anche per questa voce i soldini non ce ne sono!

  4. scusa ma le buste x gas e elettricità non hanno molto senso dato che la bolletta che ti arriva devi pagarla, mica puoi andare a dire a quelli del gas che hai finito il budget! inoltre ormai sempre più persone hanno i pacchetti a prezzo fisso, e ancora più persone hanno la detrazione della bolletta direttamente dal conto.

  5. @Anguria: ovvio che per gase, elettricità e simili il budget non finisce ma ci si mette esattamente la cifra che serve, il segreto è proprio dividere i mucchietti di soldi, non so se si è capito… E comunque se i soldini sono pochi si può cominciare a ridurre le piccole cose (tipo togliere lo stand-by, ecc.) per risparmiare anche lì…

  6. Ho scoperto oggi il tuo blog e devo veramente farti i COMPLIMENTI! Avevo proprio bisogno di leggere certe cose che mi saranno molto utili per organizzarmi un po’ essendo una neo mamma molto giovane!! Continuerò a leggerti con piacere!!

  7. si può utilizzare, al posto delle buste, un file excel in cui si segnano entrate da una parte, uscite dall’altra e va aggiornato sempre, ogni volta che si mette mano al borsellino o al bancomat!
    io ce l’ho sul cellulare e lo aggiorno sempre quando sono in metro (2 viaggi al giorno). così so quanto posso spendere e se riesco a risparmiare (no di sicuro….ma in questo modo sto riuscendo ad evitare di andare in negativo……!!!)
    mi son resa conto che sopravvalutavo le mie entrate così puntualmente alla fine del mese ero sotto di 150/200 euro….
    è abbastanza deprimente vedere che in realtà tante cose non te le puoi permettere come pensavi ma..meglio esser realistici in queste cose

Rispondi