curarsi con acqua e limone - libri interessanti

Cosa c’è di più dissetante e naturale di un bel bicchiere di acqua e limone?

Io confesso di farne un uso smodato, sia da bambina e ragazza ho sempre bevuto acqua e limone sia durante che fuori dai pasti, talmente tanta che mio padre quasi mi sgridava temendo mi facesse male.

Ho poi interrotto questa routine qualche anno fa, dopo le gravidanze, perché mi ero messa in esta che mi facesse male per gastrite e acidità di stomaco.

Da alcuni mesi ho ripreso a prepararmi delle bottiglie di acqua aromatizzata  con il succo di limone, da sorseggiare durante tutta la giornata.

Quando ho visto questo libricino,  Curarsi con acqua e limone, 5,01 euro su amazon, Macro editore.

ho deciso di comprarlo per approfondire l’argomento.

Seguimi anche su Facebook:

Prima di tutto ho divorato la sezione in cui si parla del limone, di tutte le componenti del frutto e dei micronutrienti che contiene.

prorpietà del limone e benevici della vitamina C

Ha tantissime proprietà e in 100 grammi di limone ci sono solo 11 calorie ma ben 50 microgrammi di vitamina C.

L’ho letto d’un fiato e ho scoperto che non tutto quello che faccio con l‘acqua e limone è salutare e sto modificando la mia routine secondo i consigli dell’autrice, la naturopata Simona Oberhammer.

Prima di tutto ho fatto il test proposto nella prima parte del libro.

Il risultato è che ho quasi 50 anni (a proposito, proprio oggi ne compio 47 Sorriso ) e ho un bel po’ di scorie accumulate negli anni che mi causano fastidi giornalieri, prima di tutto emicrania e stanchezza!

curarsi con acqua e limone- il test per scoprire se sei intossicato da un eccesso di scorie

Per essere efficace e perché possa davvero “ripulire” l’organismo l’acqua e limone va preparata e bevuta seguendo un piccolo rituale e alcune semplici indicazioni, andiamo a vedere quali:

1. l’acqua deve essere tiepida e di ottima qualità (no acqua del rubinetto)

LEGGI ANCHE  Tornare in forma in casa spendendo meno possibile

Siccome l’acqua di rubinetto non è ugualmente buona da tutte le parti e la qualità può essere influenzata anche da tubature vecchie, infiltrazioni nelle falde acquifere, ecc. l’autrice consiglia di usare qualcosa di più controllato.

Altro punto importantissimo è la temperatura, l’acqua deve essere a 40-45° per riuscire a pulire al meglio l’organismo, senza essere troppo calda inattivando la proprietà delle vitamine contenute nel succo di limone.

2. la quantità di acqua e limone da preparare deve essere di almeno 300-500 ml. con l’aggiunta di 1/2 o 1 limone

Il limone fa bene ma non è il caso di esagerare (su questo punto ci devo lavorare), quindi la quantità ideale da sciogliere in 30-500 ml di acqua è di 1 limone. Invece la quantità di limoni massima da usare al giorno è di 2 limoni.

Per cominciare si può usare prima 1/2 limone e poi aumentare gradualmente abituando l’organismo pian piano.

3. il succo di limone va aggiunto all’acqua immediatamente dopo la spremitura

Il succo di limone contiene molti micronutrienti e vitamine, alcune vitamine si inattivano molto in fretta con l’ossidazione, cioè il contatto con l’aria.

La vitamina C ad esempio è molto labile, quindi bisogna spremere il limone ed aggiungerlo immediatamente all’acqua per evitare l’ossidazione.

4. la bevanda va consumata immediatamente, a piccoli sorsi

Sempre per la stessa ragione del punto precedente, dopo aver aggiunto il linone all’acqua bisogna berlo in breve tempo, a piccoli sorsi.

5. la “doccia interna” con acqua e limone va bevuta sempre, tutti i giorni

Nel libro l’autrice giustamente fa il paragone con l’abitudine che abbiamo di lavarci tutti i giorni il viso, i denti e il corpo. Per gli organi interni non cambia nulla, la doccia interna con acqua e limone è un vero e proprio lavaggio che manda via scorie e sporcizia accumulata e va fatto ogni giorno, meglio se al mattino, dopo il sonno.

LEGGI ANCHE  Il Gusto della Gioia, per imparare a mangiare vegetariano

Quindi le indicazioni per la ricetta base sono semplici, ecco esattamente cosa dice l’autrice nell’immagine qui sotto.

curarsi con acqua e limone - la ricetta base

La cura con acqua e limone va bene anche per anziani e bambini?

Si va bene per tutti o quasi (nella seconda arte del libro c’è un elenco delle patologie con cui è meglio evitare o ridurre la cura con il limone) ma per bambini e anziani è bene ridurre le dosi.

Ecco lo specchietto con le dosi consigliate dalla naturopata, nell’immagine qui sotto.

curarsi con acqua e limone - le dosi per bambini e ragazzi

Completano il libro gli ultimi quattro capitoli, dedicati alle ricette speciali con l’aggiunta di ingredienti naturali specifici per alcuni disturbi, l’elenco dei fastidi e delle malattie che possono beneficiare ancora di più della cura con acqua e limone in aggiunta alle normali terapie, il capitolo dedicato alla “zuppa Oberhammer” da abbinare alla cura con acqua e limone per potenziarla e le domande frequenti.

Insomma è un libretto compatto ma molto ricco, 255 pagine fitte fitte di informazioni utili da leggere e poi mettere in pratica.

Il mio giudizio è: consigliato! Sorriso

* Le opinioni espresse in questa rubrica sono assolutamente personali e del tutto scollegate da sponsorizzazioni o da accordi (economici o di altro tipo) con le ditte citate.

** Il post contiene link di affiliazione: se decidi di acquistare cliccando sul link a te non costa nulla di più ma io percepisco una piccola (piccolissima) percentuale da Amazon.