L’altro giorno mi sono messa in testa di preparare la crema di limoncello, con la ricetta tipica originale, ma in sole 48 ore invece del solito mese tra infusione delle bucce, preparazione e riposo.

Ovviamente prima mi sono documentata bene per capire se un’infusione di sole 24 ore potesse essere sufficiente per ottenere un risultato ottimale malgrado l’estrema contrazione dei tempi e ti svelo che è assolutamente possibile farcela senza nessun problema.

Per capire le differenze tra un limoncello fatto in 48 ore ed uno fatto in vari giorni ho letto la guida sul limoncello veloce della Scienza in Cucina di Dario Bressanini che mi conferma che bastano 24-72 ore di macerazione in alcool per estrarre gli oli essenziali per un ottimo limoncello fatto in casa.

Con 24 ore di macerazione il risultato è più fresco e con un aroma più simile al limone-frutto, mentre con 48-72 ore diventa più corposo e più simile ad un limoncello commerciale.

Siccome a me andava benissimo ottenere un limoncello più fresco possibile ho scelto di spendere 24-30 ore per la macerazione e poi qualche altra ora per la preparazione del resto dei passaggi per la crema di limoncello.

Il risultato è meraviglioso, purtroppo non posso fartelo assaggiare 🙂

Seguimi anche su Facebook:

Adesso ti racconto come ho fatto passaggio per passaggio così puoi preparare anche tu la crema di limoncello in modo facile e in breve tempo.

LEGGI ANCHE  Ragù al prosciutto, altra ricetta sprint

Dopo averla imbottigliata devi raffreddarla in freezer ma appena è fredda puoi consumarla subito o regalarla a qualcuno che può apprezzarla, è meno alcolica e più dolce del limoncello classico, sentirai che bontà per tutti!

Gli ingredienti che ti servono per fare 1 litro di crema di limoncello sono:

– 250 ml. di alcool buongusto

– 4 limoni rigorosamente biologici

– 250 ml. di panna fresca

– 250 ml. di latte

– 400 grammi di zucchero

– 1/2 bacca di vaniglia

– 1 barattolo di vetro capiente

– 2 bottiglie di vetro da 1/2 litro con chiusura ermetica

– imbuto

Lava i limoni con acqua e 1 cucchiaio di aceto, sciacquali bene e poi, con un coltellino affilato, pela i limoni togliendo solo la parte gialla.

Mettili nel vaso di vetro, aggiungi l’alcool e chiudi con il coperchio.

Lascia in infusione per almeno 24 ore agitando il vaso ogni tanto.

Trascorse le 24 ore (io l’ho lasciato circa 30 ore) travasa l’alcool, facendolo passare attraverso un colino fitto per eliminare le bucce, e mettilo da parte.

In un pentolino versa latte e panna insieme alla stecca di vaniglia, accendi il fuoco, aggiungi lo zucchero e fallo sciogliere bene. Appena il latte tocca il bollore spegni il fuoco, lascia raffreddare ed elimina la bacca di vaniglia.

Quando il latte è freddo miscela insieme alcool e latte amalgamandoli bene e la crema di limoncello è pronta.

LEGGI ANCHE  Risotto al timo, velocissimo con la pentola a pressione

Se vuoi sentire com’è venuta puoi assaggiarla anche tiepida, è sempre buonissima.

Con l’imbuto versa la crema di limoncello nelle bottiglie, chiudi ermeticamente e metti in freezer.

La puoi bere direttamente dal freezer senza lasciarla stazionare in frigo, rimane bella densa e vellutata ma non è assolutamente ghiacciata.

In Freezer si conserva senza problemi almeno per 6-8 mesi e puoi imbottigliarla anche in bottiglie più piccole, in modo da consumarla in breve tempo senza dover ogni volta tirare fuori la bottiglia più grande.