Ti piace quello che scrivo? Condividilo...

In casa con due bambini faccio un grande uso di sapone liquido per le mani, usare le saponette solide ci esporrebbe troppo al rischio di contaminazione batterica.

Cercando di rendere autonomi i miei figli non li controllo ovviamente ogni volta che vado in bagno e, anche se faccio sempre le solite raccomandazioni ormai da anni, spesso riescono a fare dei pasticci e a sprecare una quantità assurda di sapone liquido.

Oltretutto non mi posso permettere con questa crisi (oltre al fatto che lo spreco di un prodotto del genere per me equivale ad un sacrilegio!) di usare il mio sapone liquido preferito (Recensione buoni prodotti: sapone liquido mani, viso, corpo con aloe e lavanda di Ecor) per il lavaggio delle mani in famiglia.

Come se non bastasse lo spreco di sapone liquido industriale contribuisce molto all’inquina,mento di mari e fiumi!

Per tutte queste ragioni sono anni che cerco di perfezionare un sapone liquido a partire da ingredienti semplici e il più possibile naturali, ma deve anche essere molto semplice e veloce da realizzare, come tutte le ricette che preparo, perché purtroppo non ho mai tempo da perdere e scommetto che non ne hai neanche tu…

Il vero sapone liquido si può fare con grassi e l’idrossido di potassio (KOH) ma è un procedimento complesso e io non ho il tempo né di studiarmelo né di mettermi a realizzarlo, così voglio trovare un sistema più semplice e senza ingredienti potenzialmente pericolosi.

Seguimi anche su Facebook:

In questi giorni ho perfezionato una vecchia formula e il risultato mi soddisfa tanto che ho deciso di proportelo.

Ingredienti

– un sapone solido (meglio se il più possibile naturale)

– acqua

– glicerina

– olio vegetale e oli essenziali a scelta (facoltativo)

– sapone liquido a scelta (facoltativo)

– sale fino (facoltativo)

Attrezzi

– Grattugia o macinacaffè

– pentola di acciaio

– Frullatore o frullatore ad immersione

Prima di tutto bisogna ridurre in polvere o trucioli la saponetta solida.

Io ne ho usato 1/4 e ho avuto più di 2 litri di sapone liquido finale, quindi regolatevi bene con le quantità, altrimenti rischiate che la pentola che avete a disposizione non riesca a contenerlo tutto!

Ho usato il macinacaffè che mi ha ridotto in polvere il quarto di saponetta, poi ho versato 1,5-2 litri di acqua calda nella pentola, insieme alla polvere di sapone.

Ho cominciato a girare per far sciogliere il sapone e ho acceso il fuoco per velocizzare il procedimento.

Contemporaneamente ho aggiunto 1 cucchiaio di glicerina.

Quando il sapone è bello sciolto devi spegnere il fuoco e lasciar raffreddare.

Appena la miscela è tiepida puoi aggiungere 2-3 cucchiai di olio vegetale a scelta (io ho usato il mio solito olio extravergine d’oliva) e 2-3 cucchiaini di oli essenziali a scelta (benissimo lavanda e/o tea tree).

Poi frulla bene il tutto in modo da miscelare bene le ultime aggiunte e per rendere il sapone della consistenza giusta.

Versa il sapone liquido in un flacone con il dispenser e voilà con meno di 1 euro di valore hai due litri abbondanti di sapone liquido naturale :mrgreen:

Ogni sapone reagisce diversamente quindi è possibile che, anche seguendo la ricetta perfettamente, il risultato ti dia qualche problema di consistenza o di schiumosità, segui queste indicazioni per correggere il tiro:

1. Se il sapone risultante è troppo liquido (ma aspetta finché non è freddo per valutare questo parametro) fallo scaldare ancora un pochino sul fuoco e aggiungi da 1-2 cucchiaini di sale fino.

2. Se il sapone risultante è troppo denso aggiungi acqua e fai riscaldare (se è semisolido) finché non è di nuovo tutto sciolto, oppure frullalo di nuovo in modo da scioglierlo perfettamente nell’acqua.

3. Se il sapone non fa schiuma (non aspettarti la schiuma dei saponi industriali) per niente, aggiungi ai due litri di miscela una tazzina di sapone liquido a scelta (meglio se il più possibile ecologico/naturale) e miscela bene con il frullatore ad immersione per amalgamare.