Detersivi fai da te: semplici, efficaci e poco inquinanti

Ti piace quello che scrivo? Condividilo...

Io uso spesso detersivi che preparo da me e mi è sembrata una buona idea inaugurare una nuova rubrica tutta dedicata alle ricette.

 

Comincio subito con il presentarti uno dei miei cavalli di battaglia, pubblicato anche sul sito www.nonnnaelvira.com.

 

Detersivo fluido per lavastoviglie

Seguimi anche su Facebook:

– bicarbonato di sodio, 350 gr.

– sapone di marsiglia liquido oppure detergente per piatti a mano eco-bio (a base di derivati vegetali), 20 gr.

– Acqua demineralizzata (o oligominerale) molto calda, 150 gr.

– olio essenziale di arancio dolce (o limone o qualsiasi altro O.E. che vi piaccia), 1 ml

– glicerina vegetale (facoltativa), 20 gr.

 

Miscela il bicarbonato di sodio, il detergente, la glicerina e l’O.E. mescolando con cura.

Aggiungi l’acqua calda e mescola ancora a lungo con una piccola frusta, finché otterrai una crema omogenea, leggermente schiumosa e profumata.

Travasa in una bottiglia con tappo a vite.

 

Agita con energia prima dell’uso e versa nella vaschetta della macchina lavastoviglie una quantità di crema detergente corrispondente al livello minimo segnato dalla casa produttrice (in genere corrispondente a 1-2 cucchiai).

E’ un detergente delicato e naturale ideale per il lavaggio dei piatti in lavastoviglie.

 

La presenza degli Oli Essenziali oltre ad aumentare il potere sgrassante e disinfettante (soprattutto se usi una miscela con timo e limone) lascerà, a fine lavaggio,una delicata profumazione naturale molto differente da quella dei detergenti per lavastoviglie industriali chimici (e molto dannosi per l’ambiente) o dei deodoranti per lavastoviglie.

13 pensieri su “Detersivi fai da te: semplici, efficaci e poco inquinanti”

  1. Ottimo questo detersivo! Ero proprio alla ricerca di una soluzione per il lavaggio ecologico in lavastoviglie ieri sera appena l’ho visto l’ho subito testato con ottimi risultati anche su stoviglie incrostate e con il lavaggio più soft che potessi programmare sulla mia lavastoviglie.
    voto 10 e lode!
    grazie!

  2. se devi rifarlo allora ti consiglio di cercare un negozio che venda prodotti per enologia. Io mi sono procurata l’acido citrico a 3 euro al chilo (in farmacia 100g. per € 7,50!!!) e so che hanno un sacco di prodotti tra cui anche il bicarbonato che senz’altro costa meno che al supermercato…
    Io sto per fare la lista della spesa poi farò un giro nuovamente in negozio, credo abbiano anche le cartine per la misurazione del ph…

  3. Meraviglioso!!! grazie ancora era quello che cercavo dopo passo il link ad alcune amiche … così anche loro avranno la possibilità di condividere questo bel blog… un abbraccio e compimenti ancora Antonella

  4. @Mara: eh si, bisogna sempre stare attenti a non farsi rapinare per le materie prime, nahce in farmacia si possono trovare buoni prezzi ma bisogna girarne un pò e chiedere i prezzi prima di acquistare 😉
    Non sapevo che nei negozi di prodotti per l’enologia avessero l’acido citrico, ne ho uno grosso vicino, chiedo al più presto, grazie!

  5. ciao a tutti, vorrei provarlo ma mi chiedevo che tipo di sapone liquido serve…basta che sia sapone di marsiglia liquido (ne ho visto uno al supermercato ma aveva anche altri ingredienti), deve essere puro..dove lo trovo?? grazie mille

  6. @elena: glicerina vegetale si in farmacia.
    @elisabetta: va bene se è un sapone di marsiglia liquido e non un detersivo per pavimenti o un bagnoschiuma con altri additivi, oppure va benissimo anche un sapone per i piatti a mano ecologico di quelli che si comprano nei negozi tipo Naturasì e affini.

  7. Ciao Alessia.. perché la glicerina è facoltativa? A cosa serve di preciso? Si può sostituire con amido di mais come credo di aver letto da qualche parte?
    Grazie per la ricetta!! 🙂
    Ilaria

Rispondi