Back to school: fiori di Bach per la scuola

Ti piace quello che scrivo? Condividilo...

Back to school: fiori di bach per la scuola

Proprio oggi ho scritto un articolo sul blog di OVSkids che può interessarti se hai un figlio che sta affrontando il ritorno a scuola, oppure l’inizio delle scuole elementari come il mio.

Parlo di fiori di Bach per affrontare la scuola, di solito prediligo l’aromaterapia ma considero i fiori di Bach un altro metodo dolce ed efficace per affrontare i tanti piccoli problemi che ci affliggono al giorno d’oggi, per i bambini in genere funziona ancora più che per gli adulti, ed io la uso spesso anche in abbinamento con gli oli essenziali.

Nell’articolo su OVSkids segnalo un compendio di Barbara Mazzarella (una delle migliori floriterapeute italiane, specializzata in donne e bambini) che segnalo in Floriterapia per affrontare la scuola (34 pagine scaricabili in formato pdf con tantissime informazioni) è davvero una risorsa fondamentale per la famiglia e non potevo evitare di segnalartela.

5 pensieri su “Back to school: fiori di Bach per la scuola”

  1. Grazie!!! Utilissimo. Mia figlia (4° primaria) oggi affronta il primo giorno con tutto il corpo insegnanti rinnovato, dopo averne già cambiato il 50% lo scorso anno, alla faccia della “continuità didattica”. Proprio per questo, ieri sera era un po’ preoccupata e non riusciva a prendere sonno: una goccia di Rescue Remedy sotto la lingua e, finalmente, a mezzanotte, si è addormentata.
    Molto interessante il tuo blog. Complimenti.
    Siby

  2. Avevo già l’intenzione di procurarmi i fiori, per i miei tre pargoli: grazie della segnalazione, non mi resta che leggere l’articolo, per avere le idee più chiari sul fiore da somministrare.

    ciao!

  3. Scusate posso fare il bastian contrario? Premesso che non ho mai usato i fiori di Bach, che sono una tipa molto ansiosa e che forse ci penso e li uso per me. Detto questo, mi chiedo se a livello psicologico sia giusto dare ai bambini delle sostanze che li aiutino a gestire l’ansia, piuttosto che insegnargli a vivere i cambiamenti e le responsabilità che man mano la vita ti presenta, che sia la scuola o un saggio di danza, imparando a contare sulle proprie forze. Ho la sensazione che ultimamente i bambini siano più stressati perchè si parte dal presupposto che lo siano e che vanno aiutati, mentre secondo me non c’è niente di male ad essere emozionati per un cambiamento e sta a noi fargli vivere queste cose con lo spirito giusto e non dargli come riferimento questo o quel rimedio, per quanto dolce e naturale possa essere. Mi ricordo ancora i miei primi giorni di scuola, soprattutto quello in prima elementare e in prima media, quando ho chiesto a mia madre di non accompagnarmi perchè ormai ero grande e ho deciso che avrei cominciato a cavarmela da sola. Non sono un supereroe e nonostante tante lotte per crescere ho ancora delle ansie e delle paure ma mi sforzo di superarle da sola e con l’amore dei miei cari, e qualche volta con i fermenti lattici 😉 perchè quando proprio è difficile…somatizzo.
    Per carità, non voglio demonizzare o puntare il dito, ognuno conosce i suoi figli e sa cosa è meglio per loro e chi sa che un giorno non siano un rimedio utile anche per noi, volevo solo condividere una mia riflessione.

  4. @barbamamma: diciamo che in linea di massima sono d’accordo con te, ma i fiori di bach in realtà non sono sostanze che ci aiutano a gestire l’ansia ma agiscono a livello vibrazionale-energetico riarmonizzando le normali caratteristiche positive di ogni individuo, quindi non sono una aiuto “chimico” esterno come si potrebbe pensare, per questo li considero molto adatti ai bambini, su cui hanno spesso un effetto molto più spiccato rispetto agli adulti 🙂

Rispondi