Dentifricio naturale fai da te per gengive doloranti e arrossate

Ti piace quello che scrivo? Condividilo...

Qualche settimana fa ho avuto problemi alle gengive, mi facevano male continuamente, si ritiravano e perdevo sangue ad ogni lavaggio!

Con l’aiuto del dentista ho cercato un rimedio il più possibile naturale per risolvere il problema.

Ho trovato Parodontax, l’ho usato e devo dire che il risultato è stato ottimo, in meno di una settimana il problema era risolto!

Poi mi sono messa a guardare nel dettaglio gli ingredienti di questo dentifricio e mi sono resa conto che togliendo le poche sostanze chimiche (che io considero schifezze) tutti i principi attivi sono naturali e che si può replicare molto facilmente in casa grazie all’aromaterapia, addirittura migliorandolo…

Così mi sono messa la lavoro e ho preparato la ricetta che oggi ti racconto, il risultato è un vero e proprio dentifricio cremoso che si può tenere in una scatolina e mettere sullo spazzolino con una semplice spatolina.

Ho aggiunto solo un ingrediente per migliorarne la formulazione e per aggiungere altre proprietà positive, si tratta dell’argilla verde super ventilata, che può essere sostituita dall’argilla bianca (che però a meno proprietà) se il colore verde scuro per un dentifricio ti mette ansia 😀

Seguimi anche su Facebook:

Ingredienti

– bicarbonato di sodio

– argilla verde super ventilata (o argilla bianca super ventilata)

– glicerina vegetale FU

– OE di camomilla + salvia + mirra + menta piperita

– Tintura madre di Ratania

– Tintura madre di Echinacea

– una scatolina con chiusura a vite

Nella scatolina a vite metti un cucchiaio colmo di bicarbonato di sodio, un cucchiaio colmo di argilla verde e poi un cucchiaio raso di glicerina.

Aggiungi 2 gocce di tintura madre di ratania più altre due gocce di tintura madre di echinacea, poi ancora 1 goccia per tipo di Oli Essenziali (camomilla, salvia, menta piperita e mirra).

Mescola bene il tutto con una spatolina fino ad ottenere una crema.

Il sapore è salino e bisogna un po’ abituarsi, ma dopo qualche giorno non ci si fa più caso, e comunque per eliminare la placca e il dolore perenne alle gengive si può fare unso sforzino anche se il gusto non è il massimo :mrgreen:

Usa il dentifricio più volte al giorno dopo ogni pasto per eliminare la placca che è praticamente l’unica responsabile dei problemi gengivali, infatti come indicato sul sito di Parodontax:

il bicarbonato di sodio, leggermente alcalino, neutralizza gli acidi della placca

l’echinacea è immunostimolante e aumenta la resistenza dei tessuti del cavo orale all’attacco della placca

la ratania ha proprietà antinfiammatorie e astringenti

la menta piperita ha proprietà antisettiche e antinfiammatorie e rinfresca l’alito

la salvia ha proprietà deodoranti, antisettiche e antinfiammatorie

la mirra ha proprietà antisettiche e astringenti

la camomilla ha proprietà calmanti e decongestionanti

l’argilla verde è remineralizzante (è molto ricca di minerali ed oligoelementi) e combatte i batteri della placca

8 pensieri su “Dentifricio naturale fai da te per gengive doloranti e arrossate”

  1. Ciao!

    Grazie per tutti i tuoi esperimenti che mi piacciono sempre un sacco.

    Questa volta, però, ho un dubbio e so che saprai come risolverlo…

    Ho letto sul sito di un dentista ha l’argilla e il bicarbonato hanno un azione abrasiva e possono rovinare i denti. A questo punto mi chiedo se è il solito problema della medicina tradizionale oppure se conviene provare una nuova ricetta.

    Sono indecisa!

    Ciao

    Elena

  2. @Elena: è vero che sono leggermente abrasivi ma anche i dentifrici che comunemente compriamo al supermercato lo sono (e anzi direi un bel po’ di più, a tratti si sentono allarmi sul fatto che sono troppo abrasivi anche loro che poi vengono messi a tacere).
    Secondo me è il solito problema che tutti vogliono farci comprare le cose, sembra che farsele sia più dannoso e poi invece si scopre che non è così solo che a qualcuno fa comodo dire il contrario 😉
    L’unica è provare e vedere se a te questo dentifricio piace, per renderlo meno abrasivo puoi usare l’argilla bianca (sempre ventilata) che è più delicata, però considera che la ventilata è finissima come il talco, quindi anche il potere abrasivo è bassissimo. Un po’ più alto quello del bicarbonato (che è comunque delicato) che se vedi che ti da fastidio puoi aumentare la quota di argilla e diminuire quella di bicarbonato…

  3. l’argilla è un problema per chi ha delle otturazioni,le mie sono vecchie e forse sono amalgame al mercurio poichè una volta si usavano solo quelle: quindi con cosa si può sostituire l’argilla?
    Ciao e Grazie

  4. Ahi ahi ahi!!! Le gengive mi facevano un male pazzesco quest’estate… tutti i giorni, in qualsiasi momento… ho fatto risciacqui con tutto e alla fine ho optato per una “disinfettazione” generale facendo risciacqui con la grappa!
    Sul subito le gengive si infuocavano… poi… il sollievo!! 😉

Rispondi