Salviette umidificate delicate faidate per cambio bebè

Ti piace quello che scrivo? Condividilo...

Salviette umidificate delicate faidate per cambio bebè

Ieri Vale mi ha chiesto se le Salviette umidificate disinfettanti milleusi faidate sono adatte anche al cambio dei piccolissimi.

Questo tipo di salviette non è adatto a sederini e mucose, va benissimo per bimbi più grandi quando si è fuori per pulire e disinfettare un po’ le manine, ma per la pulizia al cambio del pannolino ci vuole qualcosa di più delicato.

Così ho promesso che avrei scritto un tutorial dettagliato anche per un tipo di salviettine adatte ai neonati e oggi ti racconto come prepararle  naturali, delicate e a costo zero o quasi.

Anche in questo caso sono perfetti dei telini in microfibra sottile, come quelli che ho fatto con con un asciugamano di Decathlon in microfibra, con metà asciugamano ho tagliato 8 rettangoli che misurano 20×30 cm. circa, la misura giusta per poter pulire o pulirsi.

Invece dell’acqua è perfetta l‘acqua di rose naturale, non quella che si compra al super o in profumeria meglio cercarla in erboristeria e controllare l’inci.

Nella bottiglietta dell’acqua di rose aggiungi un cucchiaino di olio extravergine d’oliva e se vuoi 1-2 gocce di oli essenziali delicati come rosa, lavanda o tea tree.

Seguimi anche su Facebook:

Quando hai messo dentro tutti gli ingredienti chiudi il tappo e agita forte la bottiglia in modo da formare una bella emulsione tra gli ingredienti oleosi e quelli acquosi, poi bagna i telini e riponili in una scatola di plastica che si chiuda bene.

Le salviette per il cambio sono pronte: delicatissime, emollienti e idratanti grazie all’olio extravergine di oliva, che è molto simile al sebo naturale della cute ed è ricco di vitamina E.

Siccome dentro queste salviette non c’è nessun conservante a parte l’effetto un po’ batteriostatico degli oli essenziali non si possono conservare per tempi molto lunghi, cerca di usarle entro 15-20 giorni e poi preparale nuovamente.

Quando le devi lavare mettile in lavatrice a 60°, ricordati solo di non usare l’ammorbidente perché rovina la texture della microfibra (oltre a far male alla pelle delicata dei bambini)…

Insieme alle salviette non ti dimenticare di usare la Pasta di Hoffmann.

7 pensieri su “Salviette umidificate delicate faidate per cambio bebè”

  1. @Annalisa: puoi prendere qualsiasi tipo di asciugamano in microfibra, io ho usato quelli che erano economici e molto morbidi 😉
    L’INCI è l’elenco degli ingredienti che trovi sul retro dei cosmetici, quello completo con gli ingredienti in ordine di quantità (del primo ce n’è di più, dell’ultimo di meno)

  2. @stellegemelle: intendi salviettoni di spugna? Secondo me sono un po’ spessi perchè poi in che scatola li metti?
    Comunque l’unica è provare 😉 poi ci racconti…

  3. Attenzione! La microfibra è poliestere, praticamente plastica! Meglio un tessuto di cotone, vanno benissimo dei rettangoli ricavati da vecchie lenzuola stralavate che sono ben morbidi. Inoltre il costo dell’acqua di rose vera (si chiama idrolato di rosa) è piuttosto elevato. Certo il risultato sarà eccezionale, non solo per il culetto dei bambini, ma anche come struccante per il viso.

Rispondi