Ricette speciali: torrone sardo fatto in casa

Ti piace quello che scrivo? Condividilo...

Ricette speciali: torrone sardo fatto in casa

Il torrone è il re dei dolci di Natale.

Il torrone artigianale è buonissimo ma è anche molto caro, quello del supermercato è un’alternativa economica ma è molto meglio farlo in casa con ingredienti genuini e controllati e quest’anno ho deciso di fare proprio così, lo faccio da sola e ti racconto come.

Ho spulciato un sacco di ricette e di tradizioni e quella che mi è piaciuta di più è la ricetta sarda anche se io sarda non sono: solo 3 ingredienti più l’ostia da pasticceria e un’oretta di tempo per fare tutto.

Il procedimento è facilissimo e questo è un altro punto a favore, sai che io amo le ricette semplici e senza voli pindarici…

Ecco ricetta e procedimento come li ho fatti io e come vuole la tradizione per circa 1 kg di torrone:

– 500 grammi di miele a piacere (io ho usato un miele di limone cristallizzato e buonissimo)

– 500 grammi di frutta secca (in genere metà e metà tra mandorle e nocciole tostate)

Seguimi anche su Facebook:

– 2 albumi

– ostia da pasticceria

La prima cosa da fare è mettere su una pentola con la tecnica di cottura a bagnomaria e dentro far scaldare il miele fino a renderlo perfettamente fluido.

Nel frattempo bisogna montare gli albumi a neve fermissima, per riuscirci al meglio devi usare uova freschissime e di buona qualità (dai un’occhiata ai miei trucchi per scegliere le uova migliori anche al supermercato) e le devi lasciare le uova fuori dal frigo un’oretta prima di cominciare a montare, stare attenta che non cada un po’ di tuorlo negli albumi e usare fruste ben pulite e asciutte.

Quando gli albumi sono pronti amalgamali al miele nella pentola e continua a mescolare con cura per 50-60 minuti, passato questo tempo si aggiungono mandorle e nocciole all’impasto (puoi lasciarle intere oppure frantumarle un pochino prima di aggiungerle al composto) e si da un’ultima mescolata veloce per distribuirle bene.

Si toglie dal fuoco e si versa con la spatola in una teglia di alluminio rivestita di ostia. Quando si è raffreddato in frigo si può tagliare e confezionare in carta da forno per conservarlo al meglio lontano da fonti di calore o sempre in frigo.

Perfetto da mangiare a Natale o anche da regalare ad amici e parenti che saranno ben felici di riceverlo.

Metodo tradizionale per fare il torrone sardo

 

Se hai il Cuisine Companion puoi farlo anche direttamente dentro il boccale seguendo questi passaggi:

1. monta gli albumi con la farfalla per 5 minuti a velocità 7 e mettili da parte.

2. aggiungi il miele e fai cuocere sempre con la farfalla a 100° per 60 minuti.

3. alla fine dei 60 minuti aggiungi la frutta secca, fai girare ancora per 30 secondi e poi versa il torrone nella teglia foderata di ostia a raffreddare.

torrone DIY

Rispondi