Autoproduzione: come fare in casa il tonno sott’olio

Ti piace quello che scrivo? Condividilo...

Autoproduzione: come fare in casa il tonno sott’olio

Siamo abituati ad aprire la scatoletta di tonno senza neppure pensare che dentro c’è spesso troppo sale e c’è il rischio che l’olio usato non sia dei migliori. Salvo per alcuni nuovi prodotti con olio extravergine d’oliva, più sicuri ma molto molto cari.

In realtà fare il tonno sott’olio a casa è facile, più economico, possiamo mettere nel vasetto ingredienti che scegliamo personalmente e diminuire un po’ il contenuto di sale.

Si possono preparare i vasi, in poche ore da una stagione all’altra perché i vasetti chiusi si conservano fino a 3 mesi in dispensa.

Dopo averli aperti si possono conservare in frigo fino a 2 giorni, quindi meglio farli non troppo grandi in modo da finirli entro le 48 ore.

Ingredienti

– 1 kg. di tonno fresco

– 80 gr. di sale

Seguimi anche su Facebook:

– olio extravergine d’oliva

– vasi di vetro con capsule sterilizzati

Fai lessare il tonno, ben lavato e pulito, tagliato a dadini o a filetti lunghi in 3 litri di acqua con 100 gr. di sale per un’ora.

Poi scola il tonno con una schiumarola, asciugalo con un telo pulito o carta da cucina, avvolgilo in un telo asciutto e tienilo in frigo per 24 ore circa, cambiando il telo se si bagna.

Al termine delle 24 ore metti il tonno ben messo dentro ai vasetti, schiaccialo un po’ per aderire i pezzi alle pareti dei vasi e copri con olio evo fino a circa 1 centimetro dall’imboccatura. Attendi qualche ora per permettere all’olio di scendere di livello e poi aggiungine ancora fino allo stesso punto di prima.

Controlla ancora per alcuni minuti che l’olio non scenda ancora (in quel caso bisogna rabboccare di nuovo) poi chiudi i vasi con la capsula e sterilizzali in acqua portata a bollore per un’ora.

Metti dei teli di cotone tra un barattolo e l’altro in modo che non si rompano mentre bollono.

Al termine della sterilizzazione le capsule avranno il sottovuoto, lascia raffreddare i vasi nella pentola, quando sono freddi asciugali ed etichettali con la data di produzione. Devi aspettare 20-30 giorni prima di cominciare ad usarli e poi buon appetito.

Un pensiero su “Autoproduzione: come fare in casa il tonno sott’olio”

Rispondi