come eliminare l'odore di pesce dalle mani e dalle stoviglie

Se ti piace il pesce e ami cucinarlo fresco, questo post è per te.

Il pesce fa bene, è buono e ci sono tante ricette veloci che mi salvano la cena, però l’odore che resta sulle mani, sui piatti e sui taglieri è terribile e ancora più difficile è riuscire ad eliminare la puzza di rinfrescume.

Sai che mi piace trovare sempre il rimedio giusto, meglio ancora se completamente naturale e “di riciclo” e, per eliminare l’odore del pesce, c’è un rimedio della nonna che è proprio così.

Basta tenere le bustine esauste del tè, oppure il tè sfuso dopo averlo setacciato.

Io dopo essermi gustata tè caldo apro le bustine e lo lascio asciugare bene in una ciotolina aperta, in modo che non si formino muffe, e poi lo metto in un barattolo per conservarlo per vari usi.

Prossimamente te li racconto tutti…

Seguimi anche su Facebook:

Il tè è un potente deodorante e sfregato sulle dita o su piatti e taglieri elimina anche questo odoraccio, per potenziarne l’effetto quando mi serve faccio così: ne prendo un po’ dal mio barattolo, lo inumidisco con alcune gocce di limone e aggiungo un pizzico di sale fino, poi lo sfrego bene sulle superfici da pulire, direttamente sulle mani o sulle stoviglie, in quest’ultimo caso aiutandomi con una spugnetta.

LEGGI ANCHE  Aceto: un prezioso alleato contro i cattivi odori!

Questa miscela naturale fa uno scrub eliminando odori e batteri, così poi posso lavarmi le mani con acqua e sapone come di consueto, oppure posso mettere le stoviglie in lavastoviglie (o lavarle a mano) senza il rischio che la puzza di pesce persista o, peggio, passi anche agli altri piatti e bicchieri durante il lavaggio.

Prova e poi dimmi se non è un’idea utilissima 🙂