L’ho scritto proprio ieri sulla pagina Facebook di Casa Organizzata, in questo periodo primaverile sono stanca morta e gli impegni sembrano moltiplicarsi come i pani e i pesci, ho bisogno di ricaricarmi altrimenti sono fritta!

Se sei anche tu nella mia stessa situazione ti do alcuni consigli per mettere all’angolo le batterie scariche, tipiche di questa stagione, e la stanchezza generalizzata.

Consigli super semplici, da mettere in pratica subito senza stancarti ancora di più, ma allo stesso tempo realmente efficaci.

Per prima cosa parliamo della tavola.

Un cambio di alimentazione può aiutarci non poco a ritrovare l’energia.

Inserisci nei menu settimanali di tutta la famiglia alcuni ingredienti che apportano proteine e vitamine buone:

Seguimi anche su Facebook:

le lenticchie sono composte da carboidrati + proteine, proprio per questo motivo danno una carica energetica immediatamente disponibile e che non si esaurisce in fretta.

In più sono ricche di oligoelementi come acido folico, ferro e zinco, se vuoi puoi trasformarle in un piatto completo abbinandole alla carne o al pesce, e così in umido diventano perfette anche da portare in ufficio nella schiscetta…

– le mandorle, magari alternate ad altri tipi di frutta secca come noci e pistacchi, hanno un elevato potere energetico e tanti grassi buoni, ti saziano e ti evitano di essere aggredita dal senso di fame.

Portane un sacchettino sempre in borsa e sgranocchiale al bisogno.

Ricchissime di magnesio fanno solo bene e non fanno ingrassare se mangiate con moderazione.

LEGGI ANCHE  Come eliminare i residui di detersivo dal bucato

– il riso integrale

Sei già preoccupata per la prova costume? Il riso integrale ha un indici glicemico più basso degli altri carboidrati ed è ricco di fibre, oligoelementi come il manganese e vitamine (vitamina E e vitamine del gruppo B).

siccome ci vuole tanto tempo a cuocerlo lessalo nella pentola a pressione e usalo come base per insalatone piene di verdure e nutrienti.

– l’avocado

è un frutto molto calorico ma con un basso indice glicemico, in compenso è ricchissimo di nutrienti (grassi buoni, vitamina A, vitamine del gruppo B, calcio e potassio) e ti sazia per lungo tempo dopo il pasto.

In seconda battuta la fitoterapia può integrare quello che non riesci ad apportare con la dieta, io uso l’alga Klamath, ricchissima di vitamine e micronutrienti non ha praticamente controindicazioni.

Ovviamente devi parlarne con il tuo medico se decidi di fare un ciclo con questo integratore, ma in linea generale non ci sono controindicazioni note, salvo gravidanza e allattamento più per scrupolo che per altro.

Se vuoi approfondire le caratteristiche dell’alga Klamath clicca qui per leggerne la monografia pubblicata su Riza.it.

Restando in tema di medicine dolci, per aumentare l’energia anche l’aromaterapia è l’ideale.

Con un tampone profumato da annusare durante la giornata quando ti senti scarica e con un bagno caldo alla sera, l’aromaterapia è una medicina dolce ma molto efficace.

Gli oli essenziali più sicuri e più adatti quando ho le batterie scariche sono arancio dolce, limone, lavanda e geranio.

LEGGI ANCHE  Libri da leggere: Curarsi con acqua e limone

L’arancio dolce è perfetto se oltre alla stanchezza sei stressata, il limone è perfetto se oltre alla stanchezza hai anche anemia e tristezza.

La lavanda potenzia l’energia in modo sorprendente ed è un olio essenziale dolce dolce, il geranio combatte lo stress mentale ed è un potente rilassante.

Puoi usare questi oli essenziali singolarmente o combinati per potenziarne l’effetto, io adoro l’abbinata limone e geranio.

Questo slideshow richiede JavaScript.

All’ultimo posto (ma solo in questo piccolo elenco) c’è il movimento, anche se ti sembra di non riuscire comincia con piccole sessioni di camminata e vedrai che pian piano sarà tutto molto più semplice, anche alzarsi 20-30 minuti prima per fare una camminata veloce e qualche asana di yoga diventerà un momento tutto tuo a cui non vorrai più rinunciare per nessun motivo.

Oltre al sempreverde “saluto al sole” da fare appena sveglia puoi approfondire la Posizione della Barca, che stimola l’energia del terzo chakra (Manipura) aiutando a ritrovare la vitalità, e la Posizione del Triangolo, ancora attiva sul Manipura chakra che migliora benessere, forza di volontà e determinazione.