Guest Post: come migliorare i capelli (III parte)

Ti piace quello che scrivo? Condividilo...

Eccoci alla terza e ultima parte del guest post di Désirée, che scrive sul blog L’armadio di Désirée, e che segue fedelmente Casa Organizzata da un bel po’ di tempo :grin:

Intanto, Désirée, un grazie speciale perché questo articolo, diviso in 3 puntate, la prima la trovate in Guest Post: come migliorare i capelli (I parte) e la seconda in Guest Post: come migliorare i capelli (II parte).

E ribadisco un altro grazie perché hai deciso di condividere con noi segreti e scoperte!

Come dicevo ho diviso l’articolo in 3 post distinti perché vale proprio la pena di leggerne attentamente ogni passo.

Buona lettura:


Prodotti dopo shampoo

Ne usavo diversi: la spuma per quando tenevo i capelli ricci, lo spray per quando li volevo più lisci, i famosi cristalli liquidi che sono semplicemente un “succo di siliconi”. Inutile dirlo, ormai l’avrete capito, tutti via, addio!!!!!

Seguimi anche su Facebook:

Ora in genere non uso niente perché i miei capelli sono già belli così ma un’ottima alternativa può essere l’olio di jojoba. Mettete sulle mani pochissime gocce di olio, a seconda di quanto abbiano bisogno di idratazione i vostri capelli (comunque non esagerate, anche se l’olio di jojoba è adatto proprio perché non unge molto i capelli ricordatevi che è pur sempre un olio!!), e spalmate sulle lunghezze prima dell’asciugatura.

Io mi trovo bene anche con il gel d’aloe usato alla stessa maniera e sempre in piccolissima quantità, a meno che non vogliate usarlo come sostituto del gel per capelli.

Direi di chiudere qui questo “romanzo”, ma non prima di avervi lasciato un paio di link utili, sia perché tutto questo chiaramente non è farina del mio sacco ma ho imparato grazie a tante persone che ci tengono a condividere le loro conoscenze sia perché c’è ancora tanto, tantissimo da sapere.

http://www.biodizionario.it/

qui potete scoprire cosa nascondono gli INCI dei vostri prodotti, vi avverto, è probabile che sarà l’inizio di una piccola rivoluzione!! 

http://www.youtube.com/user/carlitadolce

http://www.youtube.com/user/Sciannera

video video video….. attenzione, creano dipendenza!!!

http://lola.mondoweb.net/

http://forum.saicosatispalmi.org/

http://capellidifata.it/forum/index.php?PHPSESSID=5a2511dac3a35c663e75ce0f79999490&action=forum

alcuni forum che vi possono aiutare a muovervi nel mondo della “cosmesi naturale”.

http://cosmetici-fai-da-te.myblog.it/

un blog non più aggiornato ma con un ricco archivio di ricette

6 pensieri su “Guest Post: come migliorare i capelli (III parte)”

  1. Mi inchino! Ho provato lo shampoo stasera e confermo che ho i capelli puliti e belli morbidi.
    Ho aggiunto un mio personale ‘colpo di genio’. Mentre andavo a correre mi sono messa sui capelli 2 gocce di olio di argan…tanto per farmi l’impacco pre-shampoo. Doppio effetto: capelli in ordine e impacco super-efficace perchè il sole ha pure scaldato l’olio! 🙂
    Mi sa che mi si è aperto un mondo!
    Ah, una cosa…siccome l’odore di aceto lo trovo un pò troppo persistente…posso aggiungere qualche goccia di olio essenziale all’impasto? E nel caso…consigli su quale usare?

    Prossimo step sarà procurarmi l’olio di jojoba!

  2. Ciao Desirée! sono un po’ perplessa perché anch’io come te mi occupo di capelli da molti anni e seguo diversi forum. Ho provato la farina di ceci a lungo ma alla lunga con scarsi risultati perché i capelli non si puliscono bene del tutto (meglio la rhassoul). Ho provato anche il gel d’aloe e gli oli essenziali che però, ahimè, inquinano tantissimo e tendono a ungere il cuoio capelluto (così come lo yogurt e il latte, soprattutto se interi). La cosa che però mi perplime è il consiglio in merito all’olio di jojoba che, come quello di argan, di avocado, di cocco, di semi di lino, è ottimo per i capelli ma andrebbe SEMPRE usato in combinazione all’acqua, altrimenti alla lunga rischia di seccare irrimediabilmente il capello! Di fatto, NON è l’olio che idrata ma l’acqua che viene aggiunta all’impacco, la quale rimane attaccata al capello grazie al “film” d’olio dando la sensazione di idratazione. L’olio serve anche a proteggere e nutrire ma se abbandonato da solo sul fusto, alla lunga non lo fa respirare seccandolo come sterpaglia. Non è un dettaglio da poco!

  3. Bene, mi fa piacere che abbia potuto apprezzare!!!!
    Certo che puoi aggiungere un paio di gocce di oli essenziali, la “ricetta” che ho scritto io è molto molto basilare in modo da poterla personalizzare, ad esempio io stamattina ho aggiunto un pò di latte, gel di aloe e olio essenziale.
    Per quanto riguarda la scelta, dipende dalle tue necessità: ad esempio tea tree oil contro la forfora, lavanda o agrumi per capelli grassi, argan o ylang ylang per capelli secchi e sfibrati. Ovviamente sono solo esempi limitati alla mia esperienza ma la scelta è molto più vasta, basta informarsi sulle qualità degli o.e.
    In merito all’olio usato come doposhampoo, io in questi giorni sto usando l’olio di riso e mi escono fuori dei ricci ben definiti… continua a sperimentare!!!!!!

  4. Ciao Mari, volevo risponderti ma prima ci tengo a precisare una cosa: non so cosa intendessi con l’affermazione che ti occupi di capelli da molti anni però per quel che mi riguarda, come si capisce dal primo post, io non mi occupo di questo nella vita ma ,come è capitato ad altre persone, mi sono ritrovata con tante informazioni a disposizione che mi hanno fatto prendere la decisione di cambiare alcune abitudini. Quello di cui ho parlato in questi post si limita alle poche cose imparate e provate finora e soprattutto cerco di spiegare quali potrebbero essere i primi passi da fare se si sceglie di non usare più i prodotti in commercio che spesso possono fare più danno che darci benefici.
    Inoltre come io stessa fino a poco tempo fa non avevo idea che ci fosse una vera alternativa naturale e più salutare per prendersi cura del proprio corpo, allo stesso modo molte altre donne che non lo sanno potrebbero interessarsi all’argomento e iniziare a informarsi e sperimentare e quindi avere la possibilità di scriverne su un blog seguito come questo mi ha fatto molto piacere.
    Dopo questa lunga premessa 🙂 cerco di rispondere ad alcuni punti del tuo commento.
    Come ho scritto non ho ancora sperimentato il rhassoul, conto di farlo presto, quindi non posso fare il confronto con la farina di ceci, con cui finora mi sono trovata bene, non mi da la sensazione che i capelli non siano ben puliti. Lo stesso vale per gel d’aloe, yogurt, etc.: non mi ingrassano la cute, anzi in realtà prima avevo il cuoio capelluto più grasso con il risultato che già il giorno successivo allo shampoo i miei capelli sembravano da rilavare. Ora è più “equilibrata”. Io parlo solo per mia esperienza personale, come ho scritto nel post magari alcuni effetti possono essere soggettivi.
    Ciò che mi lascia perplessa del tuo commento è che il gel d’aloe e gli oli essenziali inquinano tantissimo. Non ne ero a conoscenza e non riesco a trovare informazioni in giro quindi se potessi passarmi qualche link in cui ne parlano te ne sarei grata, è un punto che mi interessa molto.
    In ultimo l’olio: come ho specificato ne uso un paio di gocce sui capelli ancora bagnati, che poi è la stessa modalità con cui lo uso sulla pelle. Da quello che ho letto usandolo così non dovrebbe dare problemi di secchezza.

  5. @Mari: ah no, mi spiace ma questa è proprio una baggianata, che gli oli essenziali e il gel di aloe inquinino tantissimo non ne voglio sentir parlare, quello che inquina (sia noi che il pianeta9 sono i petrolati, le tante schifezze chimiche che ci sono nei cosmetici e nei detersivi e i detergenti che usiamo tutti con shampoo, bagnoschiuma ecc. ecc. non ECO-BIO!

Rispondi