#CuisineCompanion Moulinex: mi sono innamorata della cottura a vapore

Ti piace quello che scrivo? Condividilo...

Nei mesi scorsi sono stata un bel po’ occupata con un bellissimo progetto, insieme ad altre 10 blogger (tutte mamme) sono stata chiamata a realizzare le ricette speciali e provate sul campo per un ricettario che uscirà a breve e che accompagnerà un nuovo robot da cucina che fa delle cose miracolose, è il #CuisineCompanion di #Moulinexitalia.

Normalmente non amo molto i robot e li uso pochissimo, piuttosto che sporcare lame e boccali preferisco fare le cose a mano…

Il Cuisine Companion mi ha stupita anche in questo, con il boccale interamente in acciaio e le varie parti che si smontano completamente con un solo gesto (anche il coperchio) lavarlo è un attimo, non avevo mai provato niente di simile.

Quando è arrivato a casa era ancora top secret in Italia e l’unico ricettario allegato era solo tradotto dal francese, quindi con delle ricette piuttosto lontane da quelle a cui sono abituata.

Mi è venuta subito voglia di sperimentare e la funzione di cui mi sono innamorata in un lampo è stata la cottura a vapore.

Ma le funzioni sono tantissime e tantissimi sono i programmi preimpostati (e modificabili manualmente), per imparare ad usare tutte le potenzialità del “CuCo” ci vuole un po’ di aiuto e così per scambiare ricette e trucchetti con chi lo comprerà ho anche creato un gruppo su Facebook: Scuola di Cuisine Companion Moulinex – ITALY.

Ma torniamo al vapore: con le verdure e con il pesce il risultato della cottura è stato più che eccellente,  veloce, poco sporchevole e sana, ma la vera rivelazione e l’idea più azzeccata che ho avuto è stata di fare panini e focaccine cuocendoli in questo modo direttamente dentro il boccale, risparmiandomi i tempi di riscaldamento del forno e i costi relativi in bolletta.

#CuisineCompagnon Moulinex: mi sono innamorata della cottura a vapore

Seguimi anche su Facebook:

Grazie ai programmi e alle potenzialità del mezzo sono riuscita a cuocere a vapore fino a 130° quindi come se stessi usando la pentola a pressione, riducendo i tempi e i costi.

La ricetta delle focaccine è facilissima, te la voglio raccontare perché i miei bambini sono entusiasti (poi abbiamo fatto anche i panini), dicono che sembrano nuvolette leggerissime e abbiamo già fatto un sacco di bis.

La ricetta delle focaccine cotte a vapore

esecuzione:                        facile

Accessori usati:                 lama per mescolare (quella di plastica piatta)

cestello per cottura a vapore

programmi usati:              impasto P2

slow cook P1 modificato

Ingredienti per 4 persone

250 gr. di farina a piacere,

5 gr. di lievito di birra

100 ml. di latte

mezzo bicchiere di acqua tiepida

1 cucchiaino di sale

1 cucchiaino di zucchero o 1/2 cucchiaino di miele

olio extravergine d’oliva.

Metti nel contenitore la lama per impastare, versa la farina, lo zucchero e il sale.

Nel bicchiere di acqua tiepida fai sciogliere il lievito e versa nel contenitore insieme agli altri ingredienti.

Aggiungi 4 cucchiai d’olio e il latte e fai partire il programma per impastare P2.

TIPS => a metà tempo ferma la macchina, apri il coperchio e fai scendere dai bordi del contenitore l’impasto che si è fermato troppo in alto, poi fai ripartire.

La conformazione della macchina con le lame in basso non può dare lo stesso risultato veloce di una planetaria, con questo piccolo stratagemma si può migliorare il risultato finale.

Al termine del programma versa l’impasto sul piano, impasta a mano per pochi secondi e poi metti a lievitare in un posto caldo per 30 minuti circa.

TIPS => dividi immediatamente l’impasto in tante palline grandi come albicocche e mettile già sulla carta da forno pronte per essere cotte dopo il periodo di lievitazione, questo ti semplifica il procedimento. In alternativa questo passo può essere fatto anche dopo.

Dopo la lievitazione metti 4-5 palline di impasto su carta da forno e poi nel cestello di acciaio, sulla superficie di ogni focaccina fai degli avvallamenti con le dita e spennella con un po’ di olio extravergine.

Riempi il contenitore del Cuisine Companion con l’acqua necessaria per la cottura a vapore aggiungi il cestello con le focaccine e fai partire il programma slow cooking P1 a 130° modificando i tempi fino a 20 minuti.

Terminato il programma le focaccine sono pronte, fatele raffreddare se riuscite a non mangiarle immediatamente, qui non ci riusciamo quasi mai!

Post sponsorizzato.

#CuisineCompanion Moulinex: mi sono innamorata della cottura a vapore

#CuisineCompanion Moulinex: mi sono innamorata della cottura a vapore

#CuisineCompanion Moulinex: mi sono innamorata della cottura a vapore

15 pensieri su “#CuisineCompanion Moulinex: mi sono innamorata della cottura a vapore”

  1. Grandioso! Io ho appena provato a fare la maionese pastorizzata alla maniera di Bimby ma siccome sono testarda e tante cose le faccio a modo mio….è impazzita. Cmq ho usato anch io il vapore ed è un ottimo e salutare metodo di cottura. Dobbiamo aspettare molto x un ricettario italiano?

  2. @Letizia: il ricettario è già terminato come ricette e deve essere solo impaginato e stampato nella versione cartacea, non credo manchi molto 😉

    1. Ciao, probabilmente è solo il tipo di farina che richiede meno liquido (anche usando lo stesso tipo ma marche diverse può succedere), per evitare il problema la prossima volta metti il liquido in 3 o 4 tranche n modo da fermarti se vedi che la consistenza è giusta prima di terminare l’acqua. In alternativa aggiungi ancora farina anche se hai versato tutto, fino ad arrivare alla consistenza giusta 🙂
      Riprova e fammi sapere come va. Buonissimo 2015.

  3. ciao,
    ho comprato il nuovo moulinex cuisine e ho provato immediatamente a fare le focaccine da te tanto decantate (dalla foto sembravano fantastiche veramente!) solo che ho sicuramente sbagliato qualcosa … … SICURO!
    inserisco gli ingredienti come da te scritto, poi digito P2 3minuti a metà lo fermo per mescolare e start di nuovo. ora qui nasce il dubbio … la macchina mi dice di lasciarlo ancora per 39 minuti dentro il moulinex, te invece di toglierlo e lasciare lievitare per 30 minuti. io non sapedo cosa fare ho optato per la scelta sbagliata di sicuro, l’ho lasciato dentro pensando che di solito come con la macchina del pane la lievitazione avviene direttamente nel suo cesto. ma dopo 39 minuti di attesa vado a togliere il coperchio ed era “blob” viscido e liquido ancora, era impossibile fare delle palline nemmeno aggiungendo la farina…quindi ti chiedo, che devo fare la prossima volta?puoi aiutarmi dettagliatamente?grazieeeeeeeee alessia

    1. Ciao Alessia,
      in realtà il contenitore del CuCo può essere tranquillamente usato come camera di lievitazione, quindi se l’impasto non ha funzionato c’è stato qualche problema per il lievito, tipo, quantità, proporzione con il resto degli ingredienti. Se mi spieghi bene che tipo di lievito hai messo e come cerchiamo di capire qual è stato il problema. Comunque se fossi in te io proverei di nuovo, con gli impasti lievitati ci vuole un po’ di pratica, dai che ci riesci di sicuro 🙂

      Tra l’altro ho preparato un video in cui spiego come preparo l’impasto per focaccia, focaccine e pan-focaccia per qualsiasi tipo di cottura (gli impasti io li faccio sempre uguali e molto a occhio), tieni d’occhio il blog e la pagina perchè lo pubblicherò a breve 😉

  4. Ciao, ho provato a fare la maionese pastorizzata che con il bimby mi veniva benissimo, ma viene troppo liquida, ho provato sia con la lama impastatrice che con quella per montare, ma rimane sempre poco densa anche se il sapore è ottimo.. Cosa mi consigli?? Grazie

  5. Buon giorno Alessia, complimenti per il blog! Ti chiedo un aiuto…ho fatto richiesta di iscrizione nel tuo gruppo FB “Scuola di cuisine companion” e ti ho anche mandato un messaggio privatamente sempre su FB in quanto la richiesta di adesione al gruppo ancora non è stata accettata. Puoi aiutarmi per favore?! Magari il messaggio non lo hai letto perchè è finito nella cartella “altri messaggi” e non sapevo come contattarti. Scusami se ti ho disturbato anche qua e grazie 🙂

  6. Ciao! Ho provato a seguire la ricetta di queste focaccine: l’impasto risulta molliccio e appiccicoso. Ho provato anche con la planetaria, ma anche in questo caso il risultato è stato esattamente identico. Ho pensato ci fossero stati dei refusi nel ricettario, quindi ho cercato la ricetta originale sul sito. Forse son da rivedere le dosi di liquido in rapporto a quelle di farina. L’idea della cottura a vapore è buona! Ciao!

    1. Ciao Marianna, non ci sono errori nella ricetta ma bisogna sempre tener conto che ogni farina è diversa (anche se è lo stesso tipo ma marca differente) e quindi incorpora acqua in misura diversa. Non aggiungere mai tutta l’acqua in una volta sola ma fallo in 2-3 volte così puoi renderti conto se la quantità è troppa per la tua farina e ridurla. Considera anche che l’impasto per la focaccia è molto più idratato e appiccicoso di quello per il pane o per la pizza. Buoni impasti 🙂

Rispondi