Quante volte fai la pasta nella settimana?

Con due figli adolescenti la faccio molto spesso, e poi anch’io adoro la pastasciutta 🙂

L’acqua di cottura ricca di amido e sali minerali può essere riutilizzata, calda o fredda a seconda dei casi, per molte cose.

Prendi l’abitudine di scolare la pasta con una schiumarola, senza versare l’acqua direttamente nel lavandino in modo da poterla usare subito dopo il pasto a 80-90 gradi o facendola raffreddare e conservandola in frigorifero in una bottiglia ben chiusa.

Ecco come la uso io.

Per le pulizie

Seguimi anche su Facebook:

1. Lasciare i piatti in ammollo prima del lavaggio a mano o in lavastoviglie

L’effetto dell’acqua calda e dell’amido aiuta ad eliminare l’unto e le incrostazioni meglio del detersivo, chiudo il tappo nel lavello, verso l’acqua della pasta e quando metto i piatti in lavastoviglie non riesco di avere piatti ancora incrostati alla fine del lavaggio.

2. Lavare i piatti a mano

Non hai la lavastoviglie?

Per lavare i piatti a mano funziona allo stesso modo, usa una spugnetta e proprio una punta di sapone ecologico per i piatti e fatti aiutare a pulire le stoviglie dalla forza dell’amido e dell’acqua calda.

Vedrai che il risultato è incredibile.

3. Sgrassare teglie e padelle

Come sopra, l’amido nell’acqua sgrassa che è una meraviglia anche quelle padelle che sembrano unte da morire.

4. Pulire gli scarichi (con aceto e bicarbonato)

LEGGI ANCHE  Come riutilizzare e riciclare i fondi di caffè

Per lo stesso motivo la capacità di sgrassare funziona anche per gli scarichi di cucina, ma siccome gli scarichi sono molto più sporchi e incrostati delle stoviglie aggiungiamo la reazione chimica che si sprigiona con aceto + bicarbonato, come ho spiegato nel post che trovi cliccando qui, sostituendo l’acqua bollente con acqua bollente in cui è stata cotta la pasta.

Per la cucina

5. Allungare sughi e salse

Per salse e sughi puoi usare l’acqua di riciclo della pasta, ricorda che è già salata quindi assaggia il sugo prima di salare ulteriormente.

6. Impastare pane e lievitati

Anche per gli impasti l’acqua riciclata dalla cottura della pasta, fatta raffreddare, è perfetta.

7. Cuocere a vapore o a pressione

Ricicla l’acqua già calda per cuocere a vapore o a pressione, oltre a riciclare l’acqua risparmierai anche sull’energia.

Per la bellezza

8. Impacco emolliente per i capelli

L’amido e i sali disciolti nell’acqua di cottura della pasta fanno bene anche ai capelli, li rendono morbidi e nutriti.

Usalo come un balsamo da tenere in posa alcuni minuti e da risciacquare alla fine.

9. Lavare il viso

Anche per la pelle l’acqua con amido e sali minerali è nutriente ed emolliente. Conservala in frigo e usala ogni mattina, poi mi dirai cosa ne dice la tua pelle.

10. Pediluvio

Il pediluvio con l’amido rinvigorisce dopo una giornata intensa, soprattutto se hai facilità ai gonfiori, usa l’acqua della pasta aggiungendo qualche goccia di olio essenziale di cipresso.

LEGGI ANCHE  Trasforma ebook e documenti in audiobook da ascoltare gratis

11. Bagno caldo

Anche per un bel bagno caldo l’acqua con l’amido è super, fa bene alla pelle e rilassa i muscoli, metti da parte quella di alcune pentole, conservala in frigo e poi versala nella vasca insieme a quella corrente, aggiungi qualche goccia di olio essenziale di lavanda e immergiti in completo relax.

12. Maschera esfoliante delicata (con farina di avena)

All’effetto emolliente dell’acqua tiepida con l’amido aggiungi una manciata di farina di avena, frega sul viso con movimenti circolari per eliminare le cellule morte e nutrire la pelle in profondità.

Sciacqua e stendi un velo delle tua solita crema idratante, sentirai che pelle.

Per le idee creative

13. Pasta di sale

L’acqua di cottura della pasta va benissimo anche per fare la pasta di sale e le paste modellabili per giocare con i bambini.

Sostituisci semplicemente la quantità di acqua della ricetta con l’acqua riciclata.

Una ricetta di pasta modellabile facile facile che puoi copiare la trovi cliccando qui.